Martedì, 15 Giugno 2021
social

Giornata internazionale dell’infermiere, tra visite ai pazienti Covid e intitolazione di piazze

A 201 anni dalla nascita di Florence Nightingale, madre e fondatrice dell’infermieristica moderna, l’Oms celebra la figura professionale

LECCE- Proclamata dall’Oms, il 12 maggio si celebra la giornata internazionale dell’infermiere e l’Opi di Lecce - Ordine delle professioni infermieristiche - ha organizzato diverse iniziative a partire dal 4 maggio scorso con l'affissione nelle strade di Lecce di manifesti tematici sul ruolo dell'infermiere nella sanità pubblica.

Oggi, una delegazione di infermiere e infermieri ha visitato i reparti Covid degli ospedali di Lecce, Galatina e San Cesario per consegnare, attraverso i colleghi, una piccola targa ai pazienti ricoverati. Nel pomeriggio nei comuni di Tricase, Casarano e Galatina saranno titolate strade e piazze proprio in memoria di Florence Nightingale, madre e fondatrice dell’infermieristica moderna.

San Cesario 1 OPI-2

Questa mattina il direttore generale dell'Asl Lecce Rodolfo Rollo ha salutato gli studenti del corso di laurea in Scienze infermieristiche dell'Università di Bari - sede di Lecce ribadendo la rilevanza della formazione di qualità nella figura dell'Infermiere.

Subito dopo, presso il Dea Vito Fazzi l'associazione provinciale "Cnai Salentum" (Cnai è la Consociazione nazionale associazioni infermieristiche) ha premiato gli infermieri e le infermiere della Asl Lecce riconosciuti come meritevoli del premio Daisy Award e del premio Nursing Now.

Opi Dea-2

Il commento del direttore generale Rodolfo Rollo sulla giornata di oggi: "Le infermiere e gli infermieri, con coraggio e spirito di servizio, contribuiscono ogni giorno al buon andamento delle attività nei servizi ospedalieri, distrettuali, territoriali, nelle strutture per gli anziani e per le persone con disabilità. Un mondo articolato dove i bisogni sanitari puri e i bisogni sociali ad alta valenza sanitaria rendono questa figura rilevante in numerosi servizi.

Oggi la funzione e il ruolo dell'infermiere guardano al futuro, che è un futuro complesso. Questa complessità sarà governata da competenze fatte di ricerca, lavoro quotidiano di assistenza e formazione che richiede innovazione dei processi di cura alla persona. A tutte le infermiere e a tutti gli infermieri che operano nella nostra Asl va il nostro ringraziamento più autentico e sentito per quello che hanno fatto finora e per quello che continueranno a fare per la tutela della salute e per la cura dei nostri cittadini". Sono 7231 gli infermieri iscritti all’Opi di Lecce (Ordine delle professioni infermieristiche), di cui 3380 in servizio presso la Asl Lecce.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata internazionale dell’infermiere, tra visite ai pazienti Covid e intitolazione di piazze

LeccePrima è in caricamento