rotate-mobile
social

Giovani a rischio dipendenze: gruppo di esperti incontra gli studenti leccesi

Il progetto "Io non dipendo" è partito già quattro anni fa. Nel 2024 sono stati coinvolti gli istituti "Palmieri", "De Giorgi", "Fermi" e "Presta - Columella"

LECCE - Un progetto per allontanare i giovani dai rischi delle dipendenze di ogni genere. Questa è l'iniziativa "Io non dipendo" ispirata dal dottore Claudio Casile, pediatra dell’ospedale "Fazzi", lanciata quattro anni fa dal Rotary Club Lecce Sud, in collaborazione con l’associazione di psicologia cognitiva integrata (Psyi). Da allora il progetto è puntualmente riproposto con grande apertura e soddisfazione da parte dei ragazzi, delle famiglie e degli istituti scolastici.

Quest’anno, i destinatari del percorso formativo sono gli studenti delle prime classi dei licei "Palmieri" e "De Giorgi" e degli istituti tecnici "Fermi" e "Presta - Columella". Gli icontri sono condotti dai medici Claudio Casile e Franco Mongiò, dalle psicologhe e psicoterapeute Benedetta Serio, Angela Verardo, Mara D’andrea, Carola Liaci, Mariangela Giustizieri, Caterina Rollo, Elena Petraroli e dagli avvocati Gianni Zecca, Alessandro Troso, Donata Anna Perrone, Alessandra Costantini, Gabriella Lezzi, Olimpia De Carlo.

Claudio Casile

“L’interesse manifestato dai ragazzi e il loro attivo coinvolgimento - commenta il presidente del Rotary Club Lecce Sud, Adelmo Gaetani, - hanno dimostrato la necessità e l’utilità di iniziative come “Io Non Dipendo” nel contesto scolastico. Vengono trasmesse nozioni che mentre informano e seminano conoscenza, responsabilizzano gli adolescenti, rendendoli meno permeabili ai rischi disseminati lungo il percorso che li conduce alla maturità. Il Rotary, con questo service, riafferma la volontà di essere al fianco delle nuove generazioni e di accompagnare loro nel processo di crescita, mettendo a disposizione importanti professionalità”.   

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovani a rischio dipendenze: gruppo di esperti incontra gli studenti leccesi

LeccePrima è in caricamento