rotate-mobile
social

Grazie per averci insegnato a non mollare mai piccolo ma grande Raniero

La prematura scomparsa del bimbo ha sconvolto la città, dove - seppur giovane - Raniero Pedone era piuttosto conosciuto, dopo la partecipazione all'iniziativa "Babbo Natale giallorosso". I funerali si terranno oggi (27 giugno) presso la chiesa di San Sabino

LECCE - Il piccolo Raniero Pedone si è spento nella giornata di ieri (26 giugno) a causa di una tremenda malattia che non gli ha consentito di vivere in serenità la sua infanzia. I funerali si terranno questo pomeriggio, alle 17:00 presso la chiesa di San Sabino di Canosa a Lecce.

Sui social molti i commenti di cordoglio da parte della gente comune, che aveva imparato a conoscerlo per la sua partecipazione all'iniziativa Babbo Natale giallorosso e per la presenza in alcuni video del gruppo di intrattenimento The Lesionati. Proprio questi ultimi, per voce del fondatori Giampaolo Catalano Morelli, hanno rivolto a lui un pensiero sui social:

"Vola in alto più che puoi nostro adorato Raniero - si legge su facebook - piccolo grande guerriero di una guerra impari di fronte alla quale la vita ti ha messo davanti fin da subito, sfidandoti".

Raniero durante 'Babbo Natale giallorosso'. Accanto a lui  il calciatore Baschirotto e Pasquale Zonno

"Grazie per averci insegnato a non mollare mai e a combattere per la vita sempre, con tutte le tue forze, fino alla fine, senza mai lamentarti.  Hai affrontato la malattia, quel dannato mostro che ti ha portato via, come un vero leone. Eppure eri solo un bambino, un piccolo bimbo che come tutti i bambini voleva solo ridere, correre, imparare e giocare, e l’hai fatto fino alla fine nonostante tutto, nonostante gli aghi, le operazioni, i ricoveri, le sofferenze".

"I tuoi occhi bellissimi, grandi, pieni di luce erano la vita. In questo giorno così triste, con un dolore così grande, immenso, il più grande, quello più innaturale per un genitore, per un essere umano, quale perdere un figlio, con gli occhi colmi di lacrime mandiamo un abbraccio di cuore a papà Daniele, a mamma Federica, alla sua sorellina Sveva, ai nonni e a tutta la famiglia della Bimbulanza che ti ha curato con amore e dedizione fin dal primo giorno in cui ahimè le vostre strade si sono incrociate".

"Non ti dimenticheremo mai piccolo cuore giallorosso - conclude il post - Ringrazieremo ogni giorno Dio per averci dato il dono di averti potuto conoscere, abbracciare, ammirare e sbaciucchiare. Ciao dolcissimo angelo. Ciao Raniero". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grazie per averci insegnato a non mollare mai piccolo ma grande Raniero

LeccePrima è in caricamento