rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
social

Scout di Nardò, fare comunità attraverso il Dragon boat a Brindisi

Sono 31 i giovani esploratori che, guidati dai canottieri vigili del fuoco, si sono cimentati nello sport praticato anche dalle donne che hanno vinto il tumore al seno

Che remare, amare e vivere sono parole d’ordine delle donne che hanno vinto il tumore al seno, è una lezione di vita impartita anche al gruppo scout Nardò 2 che nella giornata di sabato 19 settembre, ha pagaiato a bordo del Dragon boat nelle acque del porto di Brindisi, a ritmo di tamburi: per ricostruire il senso di comunità dei piccoli esploratori rimasti divisi fino a poco tempo fa, è stata pensata per loro una giornata all’insegna dello sport in cui si fa squadra.

esercitazione-3

Così con lo slogan “Fare i buoni è una cosa, ma fare del bene è molto di più”, gli esploratori provenienti di Nardò sono stati accolti da alcuni canottieri vigili del fuoco di Brindisi e dall’istruttrice Lucia Buongiorno, e dopo aver assistito a una breve lezione sui movimenti da adottare per pagaiare, sono saliti a bordo della canoa cinese pagaiando fino al Monumento al marinaio ed effettuando il giro di boa.

d4-2

Remare insieme, scherzare e sudare ha fatto percepire loro lo spirito di sacrificio di squadra, attraverso il contatto con il mare, esattamente lo stesso che unisce le donne che vincono importanti battaglie e gli uomini pagaiatori che compongono la squadra di Amas, realizzata in collaborazione con l’Andos di Brindisi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scout di Nardò, fare comunità attraverso il Dragon boat a Brindisi

LeccePrima è in caricamento