menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Violenza di genere, “Le spose di Bb”: sensibilizzazione con performance teatrali

La compagnia “Io ci provo” ha coinvolto nel progetto alcuni comuni leccesi e la città di Brindisi, nonché gli studenti dell’Ites Olivetti: per le strade dei centri cittadini saranno diffusi i monologhi recitati dagli attori uomini

Se a causa dell’emergenza sanitaria da Covid-19 gli spettatori non potranno andare a teatro, allora sarà il teatro a scendere per le vie delle città: la compagnia “Io ci provo” ha proposto nella Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne la filodiffusione di performance teatrali. Così le strade di Lecce, Brindisi, Novoli, Carpignano Salentino, Melpignano, Miggiano, Sternatia, Morciano di Leuca che hanno aderito all’iniziativa della regista Paola Leone, saranno percorse dagli audio dei monologhi del progetto “Le spose di Bb” recitati dagli attori uomini della compagnia. All’evento sono stati coinvolti anche gli studenti dell’Ites “Olivetti” di Lecce.

Le spose di Bb: il progetto dell’aps “Io ci provo”

Il progetto Le Spose di Bb promosso dalla compagnia “Io ci provo” nelle scuole, nei teatri, nelle piazze e nei Centri antiviolenza dal 2017 mira a costruire delle azioni sul territorio rivolte alla sensibilizzazione contro la violenza di genere e a favore della parità attraverso il teatro, il documentario e i laboratori, e anche quest’anno fa una proposta studiata ad hoc per il difficile momento che tutti stiamo vivendo.

Le Spose di BB #3-2

Mercoledì 25 novembre nella giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, l’aps “Io ci provo” con la sua Compagnia celebra la giornata attraverso due azioni performative che coinvolgeranno alcuni comuni della Provincia di Lecce, la città di Brindisi e l’Ites “Olivetti”.

Nei giorni scorsi il Centro teatrale aperto Io ci provo ha rivolto a tutti i Comuni, la proposta di un’incursione sonora diffusa per le strade principali delle città. Un’azione che testimonia l’importanza di celebrare quest’importante giornata, nonostante l’impossibilità di organizzare eventi, manifestazioni e performance teatrali in presenza, un richiamo a tenere sempre alta l’attenzione verso un tema che colpisce quotidianamente molte donne in Italia e nel mondo.

Le città che hanno aderito a Le spose di Bb

L’invito è stato accolto dalle città di Lecce, Brindisi, Novoli, Carpignano Salentino, Melpignano, Miggiano, Sternatia, Morciano di Leuca. Il 25 novembre il centro cittadino dei Comuni che hanno aderito alla proposta sarà attraversato dall’audio di alcuni monologhi tratti dalla performance “Le Spose di Bb”, interpretati dagli attori uomini della compagnia, un’eccezione per il comune di Carpignano Salentino che a fine della diffusione dell’audio potrà assistere in presenza e a distanza alla coreografia eseguita da un attore della Compagnia residente nello stesso comune.

Violenza di genere: l’evento per le scuole

Per le scuole invece la proposta è su piattaforma: in particolare per 560 studentesse e studenti dell’Ites “Olivetti” di Lecce si terrà la performance virtuale sulla piattaforma scolastica. Nelle mattinate del 25 e 26 novembre alcuni degli attori della compagnia Io ci provo reciteranno in live streaming, a seguire ci sarà la proiezione del documentario “Le Spose di Bb – Il video racconto” di Stelvio Attanasi, seguito da un dibattito sul tema che coinvolgerà protagonisti e studenti.

Con l’adesione entusiastica alla nostra proposta, pur in tempi di Didattica a Distanza, modalità che inevitabilmente lascia fuori qualche obiettivo, qualche tema e una parte del progetto educativo di scuola, proprio quello che si fonda sulla relazionalità e sulla coralità, l’Olivetti si conferma tra le scuole che stanno sperimentando nuove modalità corali al fine di realizzare in maniera compiuta anche il proprio progetto educativo e culturale, oltre che quello formativo, in sinergia, come sempre, con chi opera sul territorio e sfruttando al meglio le potenzialità della piattaforma che consente eventi live.

“Si continua a morire assassinate da uomini incapaci di gestire le emozioni e tutti ci indigniamo di fronte a questi insensati e bestiali omicidi, ma poi ci sembra che poche cose si muovano. Dal canto nostro, per far fronte a questa emergenza, gli strumenti che possiamo mettere in campo sono: l’educazione ai sentimenti e al rispetto dell’altro, qualunque sia il suo genere. Ci vogliono nuove leggi, un nuovo linguaggio, una nuova cultura della parità e insieme nuovi modi di informare, comunicare e sensibilizzare. La lotta alla violenza di genere riguarda tutte e tutti, e dobbiamo impegnarci ogni giorno e ovunque: in famiglia, a scuola, nelle piazze, in palestra, nei centri culturali e amministrativi delle nostre città. La rivoluzione culturale non può e non deve fermarsi, neanche in pandemia ecco perché la compagnia ha deciso di utilizzare in questo periodo mezzi di comunicazione alternativi per far arrivare il proprio messaggio in attesa di tornare nelle piazze, nei teatri e nei luoghi della cultura- dichiara Paola Leone, fondatrice e regista della compagnia Io ci provo.

Orari e luoghi delle incursioni sonore

  • Lecce – Piazza Sant’Oronzo – ore 12:00 e ore 18:00
  • Brindisi – Porto di Brindisi, all’esterno della Casa del Turista con la collaborazione della biblioteca di comunità History Digital Library – ore 12:00
  • Melpignano – Parco delle Rimembranze – ore 12:00
  • Carpignano Salentino – Piazza Duca D’Aosta – ore 18:00
  • Sternatia – Ex Convento dei Domenicani– ore 12:00 e ore 18:00
  • Miggiano – Piazza Municipio – ore 12:00
  • Morciano di Leuca – Piazza Papa Paolo II– ore 12:00
  • Novoli – Piazza Regina Margherita– ore 12:00 e ore 18:00
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento