Matteo e Pierluigi, il dono alla Questura di Trieste dai colleghi leccesi

Una scultura donata dal sovrintendente Andrea Tondo, in servizio all’Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico di Lecce, alla Questura di Trieste in ricordo dei due colleghi tragicamente scomparsi lo scorso anno

Photo Lorenzo Cerbone.

Affratellati agli immutabili

principi di servizio allo Stato

e alla solidarietà umana

in memoria dei "figli delle stelle"

Matteo e Pierluigi”

Questo è il messaggio che accompagna la scultura donata dal sovrintendente Andrea Tondo, in servizio all’Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico di Lecce, alla Questura di Trieste in ricordo dei due colleghi tragicamente scomparsi lo scorso anno. 

L’opera commissionata a un artista novolese è stata collocata nell'atrio della Questura friulana in occasione della cerimonia di commemorazione che si è svolta lo scorso 2 ottobre alla presenza del Capo della Polizia e dei familiari dei due agenti. 

La pantera, ovvero il simbolo per antonomasia delle Volanti, è realizzata in terracotta ed è raffigurata pronta a intervenire, a difendere proprio come Matteo e Pierluigi che, da “figli delle stelle”, vegliavano sulla sicurezza della loro comunità.  La roccia, su cui è appoggiata, è sinonimo di solidità e concretezza al pari dei principi che caratterizzano la Polizia di Stato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Perde il controllo della moto e si schianta vicino casa: muore 35enne

  • Muore colto da infarto davanti alla scuola: attendeva la nipotina

  • Coppia massacrata in casa, il giovane assassino reo confesso chiede l’abbreviato

  • Benzina e fuoco nell’autolavaggio: ma l'hard disk delle videocamere "sopravvive" alle fiamme

  • Non si fermano all’alt, schianto sul guardrail: in auto la targa rubata a un finanziere

  • Difendere un assassino, l’avvocato di De Marco: “Non siamo dei mostri”

Torna su
LeccePrima è in caricamento