rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
0 °
social

"Linea verde start", maestranze salentine in onda su Rai1

La puntata del programma verrà trasmessa sabato 25 marzo alle 12:00, e sarà dedicata ad alcune eccellenze del territorio

LECCE - Un viaggio tra tradizione e innovazione. Riparte da Lecce la trasmissione Linea verde start, il programma realizzato in esclusiva con Confartigianato e dedicato alle piccole imprese che fanno grande il nostro Paese.

La puntata di sabato 25 marzo, in onda alle 12:00 su Rai 1, sarà dedicata ad alcune aziende del territorio salentino dove le tradizioni sono coniugate al futuro, dove l’attaccamento alle radici culturali e alla matrice territoriale offre all’artigianato una seconda giovinezza, reinterpretata in chiave contemporanea e di sostenibilità ambientale.

Lo testimonia Andrea De Simeis, incisore e cartaio, che a Caprarica di Lecce custodisce l’arte antichissima della produzione della carta, una delle migliori al mondo, estratta dalla corteccia delle piante mediterranee. Dopo numerose e sapienti fasi di lavorazione, rigorosamente manuali, nasce un prodotto di origine naturale, un vero e proprio capolavoro, veicolo del sapere, al quale dobbiamo ciò che siamo e ciò che sappiamo.

È ancora il territorio leccese, ad Alessano, nel cuore di una cava salentina, ad offrire le materie prime a Erika Bozzi, artigiana delle tinte naturali, per colorare i suoi tessuti e realizzare capi d’abbigliamento unici, proprio perché realizzati senza sostanze chimiche ma soltanto estraendo i pigmenti da antiche piante tintorie.

La tutela e la valorizzazione ambientale è anche il cuore del Laboratorio Urbano “Abitare i Paduli”. A San Cassiano, Giorgio Ruggeri è impegnato in un’opera di rigenerazione del paesaggio rurale con opere d’arte vegetali e la promozione della multifunzionalità in ambito agricolo, con l’obiettivo di offrire futuro ad un territorio a rischio di degrado.

Affonda le radici in una tradizione secolare l’attività dei fratelli De Cagna, i ‘signori della luce’, titolari a Maglie di un’azienda di fama internazionale che realizza luminarie. Da tre generazioni sono i protagonisti di una delle eccellenze del territorio salentino che mescola sapientemente il rispetto della tradizione con la spinta all’innovazione.

Tradizione familiare e utilizzo di materie prime del territorio sono al centro dell’attività di Patrizio e Anna Siciliano, artigiani del giunco, che a Presicce-Acquarica intrecciano le fibre naturali del Salento come giunco palustre, rami di ulivo e canna. Il risultato sono preziosi elementi d’arredo e accessori come borse e gioielli, espressione di un’arte antica che coglie il gusto contemporaneo per prodotti unici e ecosostenibili. 

Nel cuore di Galatone si scopre l’arte di “Mesciu Cicciu” Francesco Danieli, uno degli ultimi custodi dell'antica arte della costruzione dei muretti a secco e delle volte "a stella" salentine. Artigiano doc e restauratore, titolare di impresa tra i più noti nel panorama edile del Salento centrale.

«Siamo contenti che i riflettori si accendano su alcune delle eccellenze del nostro territorio – dichiara il presidente di Confartigianato Lecce Luigi Derniolo -. È importante far conoscere il sistema Salento oltre i confini locali. Un sistema che si basa sulla qualità e trasmissione del sapere.  Da sempre consideriamo gli imprenditori artigiani come animatori delle bellezze dei territori. Per questo abbiamo lanciato il progetto “Le Vie dell’Artigianato – Percorsi Accoglienti” per creare itinerari di valorizzazione dell’artigianato e dei luoghi in cui operano. Una iniziativa orientata verso un turismo sostenibile, uno strumento per reagire alla standardizzazione dell’offerta turistica e rilanciare gli artigiani come imprenditori e testimoni dell’autentico Made in Italy».

Prosegue così il viaggio nell’Italia del valore artigiano, condotto da Federico Quaranta, che per 8 settimane, ogni sabato, accompagnerà i telespettatori a scoprire le nostre aziende, li guiderà nei luoghi dove gli imprenditori creano benessere economico e coesione sociale, racconterà le loro storie e l’impegno di Confartigianato al loro fianco. Dopo la Capitale del Barocco, Linea Verde Start visiterà Bergamo e Brescia, città Capitale Italiana della Cultura 2023, Napoli, Firenze, Terni, Matera, Campobasso e Aosta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Linea verde start", maestranze salentine in onda su Rai1

LeccePrima è in caricamento