rotate-mobile
social

Lo studente e il docente tra i più premiati in Italia: la storia di Mirko Cazzato e Daniele Manni

Il primo è il fondatore della startup sociale "Mabasta", mentre l'altro insegna nel campo del sostegno all'imprenditorialità giovanile

LECCE - Due persone con età e ruoli diversi, ma con molte cose in comune. Mirko Cazzato ha 21 anni e negli ultimi sei ha fatto incetta di oltre 25 premi e riconoscimenti grazie all'ingegno e all'impegno profuso nella sua startup sociale “Mabasta”, la quale dal 2016 lotta dal basso contro ogni forma di bullismo e cyberbullismo tra i giovani.

Daniele Manni, invece, insegna informatica ed educazione all’imprenditorialità giovanile presso l’Istituto “Galilei-Costa-Scarambone” di Lecce. Dal 2000 aiuta i suoi studenti a diventare protagonisti della propria vita; li incentiva e li segue nella creazione e gestione di micro startup economiche e sociali e, per questa sua particolare tecnica didattica, negli ultimi 20 anni ha ricevuto un gran numero di premi e riconoscimenti, nazionali ed internazionali.

Oltre al termine “startup”, queste due storie hanno anche un altro fattore in comune e non da poco, ossia che Daniele Manni è stato ed è ancora il docente di Mirko Cazzato: per cinque anni alle superiori e negli ultimi tre in qualità di coach e mentore. 

Daniele Manni

Tra i maggiori riconoscimenti del giovanissimo Mirko vanno ricordati la qualificazione nella top 10 del "Global Student Prize 2021" (tra i dieci studenti più impattanti al mondo), il Premio "Aretè" ricevuto presso la "Bocconi" di Milano, il Premio "Leonardo" conseguito al Giffoni, ed titolo di "Studente Italiano dell'anno 2021".

Mentre per il professor Manni sono attribuiti il "Global Teacher Award 2000", "Docente Italiano dell'Anno 2020", l'ingresso nella top 3 "Innovation and Entrepreneurship Teaching Excellence Awards 2020", quello nella top 50 del "Global Teacher Award 2015", e tre medaglie del presidente della Repubblica (2009, 2010 e 2012).

"Non credo proprio che sia un caso - ha commentato Mirko Cazzato - oltre a me e alla mia startup sociale Mabasta, il professor Manni ha incentivato e incoraggiato decine di altri studenti che, a loro volta, hanno ricevuto spesso premi e riconoscimenti per l'originalità, l'innovazione e l'impegno nel sociale - Prosegue - Naturalmente il mio percorso è quello che conosco meglio e che, probabilmente, è quello che sta ottenendo più risonanza e successo per il delicato e attualissimo tema affrontato, ossia il bullismo ed il cyberbullismo tra giovani, ma credo di non sbagliare a dire che le studentesse e gli studenti che curano le startup ECOisti, Choes, Repubblica Salentina, Dieta Med-Italiana, Nectarea, Salentia, Wonder Card, Kindom e, l'ultima nata, Etica Etnica hanno ricevuto e continueranno a ricevere grande attenzione, anche sotto forma di importanti riconoscimenti". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo studente e il docente tra i più premiati in Italia: la storia di Mirko Cazzato e Daniele Manni

LeccePrima è in caricamento