Giovedì, 13 Maggio 2021
social

Tragico crollo a Genova: i Comuni di Lecce e Nardò si uniscono al al lutto nazionale

L’amministrazione ha anche chiesto la collaborazione degli artisti che si esibiranno nella giornata di sabato 18 agosto: un minuto di silenzio in memoria delle vittime

Il ponte crollato a Genova. (Foto da GenovaToday)

LECCE - Anche la città di Lecce si unisce alla giornata di lutto nazionale, proclamata per domani sabato 18 agosto a Genova, alle 11 e mezzo, in occasione dei funerali delle vittime del crollo del Ponte Morandi. Il Comune invita tutti i cittadini ad osservare un minuto di silenzio per esprimere cordoglio per le numerose vittime e vicinanza ai loro famigliari e a coloro che lavorano incessantemente da giorni per prestare soccorso e aiuto.

Già dallo scorso lunedì, sulla facciata di Palazzo Carafa, sono state esposte a mezz'asta le tre bandiere nazionale, europea e comunale in segno di partecipazione al dolore e al lutto che ha colpito l'intero Paese. La voce di Tito Schipa, che risuona a mezzogiorno nella Piazza centrale, si fermerà per la giornata di domani.

L'amministrazione comunale chiederà agli organizzatori del concerto di Coez, previsto in Piazza Libertini, e agli organizzatori del concerto dell'associazione musicale “Maestro Rocco Quart”a di Monteroni, previsto a Frigole, di coinvolgere il pubblico presente osservando un minuto di silenzio all'inizio dei rispettivi spettacoli.

A seguito della proclamazione da parte del Consiglio dei Ministri della giornata di lutto nazionale per le vittime del crollo del ponte Morandi a Genova, anche il Comune di Nardò, sabato 18 agosto, terrà a mezz’asta a palazzo di città la bandiera italiana e quella dell'Unione Europea. Il sindaco Pippi Mellone e il presidente del Consiglio comunale Andrea Giuranna hanno dato disposizioni in questo senso per l’esposizione delle bandiere già da questa sera. La giornata di lutto coincide con quella per le esequie solenni per i deceduti che si svolgeranno nel capoluogo ligure. 
“La comunità neretina - dice il presidente Andrea Giuranna - si stringe idealmente attorno alle famiglie delle tante vittime e a tutti i genovesi, colpiti profondamente da questa tragedia. Con la speranza, che è quella dell'intero popolo italiano, che questa vicenda serva da monito al Paese a non affrontare con superficialità il tema della sicurezza e a non dimenticare che gli italiani, come ha ricordato il presidente Mattarella, hanno diritto a infrastrutture moderne ed efficienti”.  
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragico crollo a Genova: i Comuni di Lecce e Nardò si uniscono al al lutto nazionale

LeccePrima è in caricamento