Venerdì, 19 Luglio 2024
social Martano

Malattie gravi, all'istituto "Trinchese" apre uno sportello di sostegno psicologico

Una diagnosi non impatta solo sulla persona colpita, ma coinvolge l'intera famiglia. La psicologa Francesca De Blasi sarà disponibile per 4 ore settimanali a partire da febbraio e fino alla fine dell’anno scolastico

MARTANO - Un passo importante è stato compiuto presso l'istituto "Trinchese" di Martano con l'apertura ufficiale dello sportello di ascolto e supporto psicologico dedicato a coloro che, direttamente o indirettamente, affrontano una diagnosi di cancro o di qualsiasi altra malattia grave. 

L’iniziativa, parte integrante del progetto "Io non ti mollo" finanziato dall’avviso "Puglia capitale sociale 3.0", è promosso dall'associazione "Io non mollo – Amici di Paolo Aps", scritto insieme alla dottoressa Antonella Ciocia del Cnr-Irpps. Nella giornata di ieri (22 gennaio) è stato presentato alla presenza della dirigente dell'Iiss "Trinchese", Alieta Sciolti, e  del professore Gabriele Palazzo. 

Di fatto, una diagnosi oncologica non impatta solo sulla persona colpita, ma coinvolge l'intera famiglia. Dal momento della diagnosi e durante l'intero percorso di cura, si verificano cambiamenti significativi nella vita familiare, lavorativa e di studio, con conseguenti impatti a livello relazionale, affettivo e psicologico.

“Il nostro istituto è stato colpito di recente per la scomparsa di una ragazza, Francesca Mariano, che si era diplomata pochi anni fa presso il nostro liceo e che frequentava brillantemente gli studi universitari. Purtroppo – ha sottolineato Alieta Sciolti – una diagnosi di cancro può sempre essere in agguato e può colpire chiunque. Siamo grati all’associazione ‘Io non mollo’ per quello che fanno sul territorio e siamo felici di affiancare i volontari in questo progetto che abbiamo ritenuto da subito molto interessante e soprattutto utile. Da oggi, nel totale rispetto della propria privacy, chiunque potrà fare affidamento sul sostegno psicologico anche presso il nostro istituto”. 

Francesca De Blasi, la psicologa, volontaria di ‘Io non mollo’, referente dello sportello del Trinchese che sarà aperto per 4 ore settimanali a partire da febbraio e fino alla fine dell’anno scolastico, ha raccontato agli studenti la sua scelta di dare il proprio contributo, motivandola con queste parole: "È una grande emozione essere la referente dello sportello dell’istituto Trinchese: torno qui come psicologa professionista ma sono soprattutto una ex-alunna di questo istituto - ha raccontato -. La scelta di questa comunità educativa infatti è per me carica di significato, un legame profondo che va al di là delle pareti e dei banchi che mi hanno ospitata durante gli anni di studio". 

Il partenariato si estende anche ai Comuni di Martano, Martignano e Zollino, all'Ambito sociale di Martano. Gli sportelli di ascolto e sostegno psicologico saranno attivi anche in questi comuni e presso gli ambulatori dei medici di base di Martano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Malattie gravi, all'istituto "Trinchese" apre uno sportello di sostegno psicologico
LeccePrima è in caricamento