rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
social Stadio / Via Agrigento

Urban art come leva del cambiamento: finito il decimo murale in zona Stadio

Realizzato da due artiste argentine, promuove l'uguaglianza di genere e le pari opportunità. L'ultimo di una lunga serie di opere volute dal collettivo 167/B Street, dalla parrocchia di San Giovanni Battista e Arca Sud

LECCE - In via Agrigento è stato ultimato il decimo di una serie di murali che da alcuni anni caratterizza l'area della parrocchia di San Giovanni Battista. A realizzarlo, Vanesa Galdeano e Anali Chanquìa, due protagoniste argentine dell'urban art che vivono in Spagna, conosciute col nome collettivo di Medianeras. Il soggetto rappresentato sono due figure giovanili che quasi si confondono nei tratti somatici, tasfigurandosi l'una nell'altra: l'obiettivo è quello di sostenere l'uguaglianza di genere e le pari opportunità. 

Artefici dell'iniziativa il collettivo 167/B street, la parrocchia guidata da don Gerardo Ippolito e Arca Sud Salento, agenzia regionale proprietaria degli immobili di edilizia popolare. Il progetto è stato sostenuto dal Soroptimist International Club di Italia.Ancora una volta la dimensione dell'espressione artistica si coniuga con l'obiettivo di riqualificare il quartiere e di trasmettere ai suoi abitanti la consapevolezza della dignità degli spazi dell'abitare e della vita della comunità.

Lontano da ogni banalizzazione e peggio ancora demonizzazione dell'arte di strada, questo giornale ha sempre auspicato la diffusione delle pratiche artistiche a forte valenza sociale, raccontando sin dall'inizio la realizzazione dei murali che oggi attirano nel quartiere, vitale ma problematico, visite di altri cittadini e di turisti. Eppure questa storia di riqualificazione inizia ancora prima: a inizio autunno del 2014 veniva "presentato" alla città il primo grande murale, quello raffigurante Vittorio Bodini, in via Taranto: autore Cheko's Art, che è una delle colonne portanti di 167/B Street. Prima di questo un altro murale, di dimensioni più ridotte, con Carmelo Bene, a Santa Rosa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Urban art come leva del cambiamento: finito il decimo murale in zona Stadio

LeccePrima è in caricamento