menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nipote del vicequestore, il baby-attore Zollino torna sugli schermi tv

Il piccolo Emanuele, 8 anni, sarà tra i protagonisti della nuova fiction “Le indagini di Lolita Lobosco” che andrà in onda da domenica su Rai 1. Dopo la miniserie Cops, il gallipolino recita nel ruolo di Davide

GALLIPOLI - La Puglia e il Salento nuovamente protagonisti in prima serata su Rai Uno. Accadrà questa domenica, 21 febbraio, a partire dalle 21,25 con la prima delle quattro puntate della nuova serie “Le indagini di Lolita Lobosco”, diretta da Luca Miniero con protagonista cardine Luisa Ranieri. Liberamente tratto dai romanzi della scrittrice barese Gabriella Genisi, la serie vede come protagonisti, oltre a Luisa Ranieri, anche Filippo Scicchitano, Giovanni Ludeno, Jacopo Cullin e la partecipazione di Lunetta Savino.

E un nuovo filo conduttore lega la nuova fiction targata Rai e la costa ionica e la città di Gallipoli in particolare: è quello rappresentato dalla presenza in scena del baby-attore gallipolino Emanuele Zollino, 8 anni, studente di terza elementare presso l’istituito comprensivo di piazza Carducci e che interpreterà il ruolo di “Davide”, il nipote del vicequestore Lolita (Luisa Ranieri) e della madre Nunzia (Lunetta Savino). Girata in Puglia per dodici settimane, a partire dall’agosto dello scorso anno, e principalmente a Bari, ma anche a Monopoli, Fasano, Polignano a Mare, Putignano e con alcune scene anche nel Salento, la nuova fiction, a cura del regista Luca Miniero e prodotta da Bibi Film Tv e Zocotoco, è tratta dai romanzi di Gabriella Genisi e vede come protagonista principale Luisa Ranieri nel ruolo di vicequestore della polizia di Stato.

La miniserie andrà in onda a partire da domenica sera, in prima serata su Rai1, e per quattro puntate complessive. E per i gallipolini c’è dunque una ragione in più per appassionarsi alla nuova serie televisiva: il ritorno sulle scene del piccolo attore in erba, Emanuele Zollino, rappresentato dall’agenzia “Isabella Romano Casting Child&Babies Model”, e che vanta come esperienze lavorative già tre film, di cui due con ruolo e uno con comparsa (più uno spot pubblicitario per la compagnia telefonica Vodafone).

Dopo l’esperienza nella commedia “Cops-Una banda di poliziotti”, la miniserie diretta sempre da Luca Miniero e prodotta da Drymedia per Sky, con la produzione esecutiva di Picture Show e la collaborazione di Apulia Film Commission e Pugliapromozione, quella della fiction “Le indagini di Lolita Lobosco” rappresenta la seconda importante esperienza sugli schermi per il promettente Emanuele. Ma non la sola per il giovanissimo baby-attore gallipolino, che dall’età di tre anni pratica nuoto e che ama suonare la chitarra, cantare, recitare e ballare. “È un bimbo molto responsabile, è costante nelle cose che fa e le porta a termine con impegno” dicono con orgoglio i suoi genitori che seguono da vicino le sue performance cinematografiche. I genitori dicono che Emanuele vive ogni esperienza con impegno ed entusiasmo e sul set dimostra di essere già molto sicuro di sé.

Già nell’agosto scorso Emanuele è stato impegnato nelle riprese, tra Bari e Roma, nel ruolo di Davide, per la nuova fiction. Un’esperienza che lui stesso racconta con molto piglio ed entusiasmo. “Stare sul set per me è sempre un'esperienza bellissima, mi fa provare grandi emozioni. Mi piace girare le scene e mi diverte molto interpretate diversi ruoli” spiega al telefono il piccolo Emanuele, “ho stretto un bel rapporto con il regista e gli attori, ma anche con cameramen, fonici e tutto lo staff. Durante le pause mi piaceva intrattenermi a parlare con loro, a ripetere insieme le battute. Io ascoltavo sempre i loro consigli per migliorare la mia interpretazione. Molto emozionante lavorare accanto a grandi attrici come Luisa Ranieri e Lunetta Savino, mi sono sentito davvero come in una grande famiglia”.

La trama della fiction

Ambientata e girata principalmente nel capoluogo regionale, ma come detto le riprese hanno coinvolto anche le città di Monopoli, Fasano, Polignano a Mare, Putignano, con scampoli anche nel territorio del Basso Salento. Scene girate dal 13 luglio al 25 novembre dello scorso anno, per dodici settimane. La serie racconta le vicende di Lolita, una donna del Sud, mediterranea, vivace, empatica e single in carriera.

È vicequestore del commissariato di polizia a Bari, sua città natale dov’è appena tornata dopo un lungo periodo di lavoro nel Nord Italia. A capo di una squadra di soli uomini, per essere autorevole Lolita non ha bisogno di castigare la sua innata sensualità. In un mondo ostinatamente governato dai maschi, come quello dell’investigazione e della giustizia, Lolita sceglie di rimanere sé stessa: un prezioso mix di esplosiva bellezza e un pizzico di malizia che le permette non solo di affermarsi sui colleghi uomini, ma anche di combattere il pregiudizio di alcune donne. Lolita però, nonostante sprigioni fascino e bellezza, non ha mai avuto una storia importante.  

"E’ il racconto di una donna fragile con un linguaggio di ripresa più vicino al thriller o al giallo che ai colori della commedia” spiega il regista Luca Miniero. Nel cast tra gli altri Lunetta Savino nel ruolo della madre Nunzia, e Filippo Scicchitano nei panni di Danilo, un giovane giornalista che vivrà con Lolita una liason. Luisa Ranieri spiega di aver scelto di accettare questo ruolo perché “é una figura contemporanea, si è fatta strada da sola non certo per la sua bellezza, ma in quanto determinata, con un gran fiuto, è autorevole e diciamolo brava, ma anche dotata di grandissima ironia”.

La nuova fiction prodotta da Angelo Barbagallo e Luca Zingaretti per la Bibi Film Tv e Zocotoco, in collaborazione con Rai Fiction, è stata realizzata con il contributo di Apulia Film Fund di Apulia Film Commission e Regione Puglia. Per la realizzazione della serie sono state impegnate oltre 75 unità lavorative pugliesi, tra cast artistico e troupe. Firmano soggetto di puntata e sceneggiatura Massimo Gaudioso, Daniela Gambaro e Massimo Reale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento