rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
social

Piante e fiori per i defunti: come omaggiare al meglio i propri cari

Una guida che fornisce le informazioni sulla simbologia di piante e fiori da usare, e i consigli su dove trovarli a Lecce

LECCE - Omaggiare i defunti è una pratica molto sentita, radicata profondamente nella cultura del posto in tutti i giorni dell'anno; per molti ancor di più in prossimità della ricorrenza del 2 novembre. Per farlo nel modo appropriato è importante decidere se affidarsi a piante e fiori naturali o artificiali. Come compiere questo primo step?

- Naturali: tale opzione tine automaticamente conto del fatto che queste piante e questi fiori possiederanno una lucentezza maggiore. Ovviamente andranno irrigati con più costanza; non è, dunque, la soluzione adeguata per chi non ha la possibilità di curarli frequentemente.

- Artificiali: Necessitano di meno attenzioni, ma al contempo si mostrano con un tono più freddo. 

Piante:
Preferendo una scelta naturale, sono consigliabili la Primula, il Ciclamino, e le varietà di Sempervivum. Le stagioni fredde non sono indicate per la fioritura, ma le piante ora citate sono acquistabili anche nei mesi freschi. Di seguito vengono analizzati i loro significati.

Primula: deriva dal latino Primus, e il significato che gli si attribuisce è quello del bene che trionfa sul male.
Ciclamino: gli antichi romani pensavano che portasse buona fortuna, mentre i greci lo associavano alla fertilità. Nel medioevo, invece, subì un’attribuzione negativa derivante da una presunta connessione con Satana; in tal senso giocava un ruolo importante l’ampia fascia di colorazioni che riguarda il fiore: dal purissimo bianco  sino al vivace e lussurioso fucsia. 
Sempervivum: Carlo Magno nel VII sec. d.C. chiamò così questa pianta grassa; voleva porla sui tetti delle abitazioni come segno protettivo, quasi divino, da fulmini ed intemperie. Dunque il suo significato si rifà alla forza e alla resistenza.

Composizioni floreali:
Il loro senso  può variare in base alla forma. Si elencano quelle principali:

Forma a cuore: come si può intuire facilmente, testimonia l’amore e la forma di vicinanza al caro defunto. Di solito i bouquet sono sostenuti da una base spugnosa che ne consente la maggior durata.
Forma a palma: nella tradizione Cristiana la palma è il simbolo della vita che vince sulla morte. Può essere adatta per augurare al proprio caro un buon passaggio a miglior vita.
Mazzo di fiori su spugna: soluzione semplice e non molto ingombrante. Adatta per il posizionamento in cimitero. 

Presso quali fiorai è possibili rifornirsi a Lecce?

Di seguito vengono segnalate alcune delle principali attività, tra i tanti professionisti della città:

- Petali di Cagnazzo Anna Rita, Via Michelangelo Schipa 2/A. Tel. 0832 343 111

- Piante e Fiori di Giuseppa Rizzato, Via Taranto 17. Tel. 0832 523 207

- Il nome della rosa, Via Leuca 114. Tel. 0832 345 662

- Arte e Fiori shop di Sonia Petrelli, Via Piero Gobetti 1c. Cell. 393 361 6001

- Rizzato Emanno Fiori, Via Alfonso Sozy Carafa 63. Cell. 328 071 0554

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piante e fiori per i defunti: come omaggiare al meglio i propri cari

LeccePrima è in caricamento