Bambini a casa: arrivano i video-tutorial per farli divertire

La fondazione Mission bambini ha lanciato il sito bambinipatapum.it offrendo una ricca proposta di attività da svolgere da 0 a 6 anni

LECCE- Nidi e scuole d’infanzia chiuse, lunghe giornate dentro le mura domestiche insieme ai figli che hanno bisogno di stimoli continui per uno sviluppo psico-fisico, telelavoro e smartworking: “Patapum! Genitori catapultati in casa” (www.bambinipatapum.it) è il nuovo portale che supporta papà e mamme alle prese con bambini da 0 a sei anni, offrendo loro una vasta gamma di proposte per creare, giocare, fare musica, cucinare, leggere insieme e molto altro.

Il portale, promosso e realizzato da Mission Bambini, fondazione attiva da 20 anni a sostegno dell’infanzia in difficoltà, si avvale della collaborazione della cooperativa sociale “L’impronta” di Lecce, insieme a Con i Bambini: le attività vengono proposte attraverso video-tutorial proprio dagli educatori e dagli specialisti che lavorano nei servizi alla prima infanzia partner della Fondazione.

“Le famiglie dei bambini che frequentavano il nostro nido “La Tribù dai piedi scalzi” di Lecce sono in gran parte a rischio di trasmissione intergenerazionale di povertà, a causa del basso reddito familiare – dichiara Roberta Maniero, responsabile del nido gestito dalla cooperativa sociale L’Impronta. “La sospensione delle attività educative determina una situazione grave e difficile per i genitori, ma soprattutto per i piccoli, che non hanno più accesso ai processi di autonomia e di crescita nelle competenze e negli apprendimenti. Il lancio della nuova piattaforma bambinipatapum.it rappresenta uno spiraglio di luce, su cui porre le basi per una ripresa: ci permette di mantenere aperta e attiva una rete educativa, senza perdere tutto il lavoro fatto sin qui con i bambini”.

La cooperativa sociale L’Impronta di Lecce è uno dei 12 partner del progetto nazionale “Servizi 0-6: passaporto per il futuro” promosso da Mission Bambini e selezionato dall’impresa sociale Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Obiettivo del progetto, avviato nel 2018, è di offrire opportunità educative di qualità ad oltre 1.500 bambini di età 0-6 anni, appartenenti a famiglie in difficoltà che vivono in contesti caratterizzati da forte povertà economica ed educativa.

Proprio per rispondere alle esigenze dei genitori dei bambini che frequentavano nidi e scuole dell’infanzia partner del progetto - ed accogliendo l’invito di Con i Bambini ad attivare sistemi educativi a distanza in risposta all’emergenza - Mission Bambini ha deciso di realizzare il portale bambinipatapum.it, rivolto però al contempo a tutti i genitori interessati, gratuitamente. Il portale può essere navigato oltre che per tipo di attività anche per fascia d’età (0-3 oppure 4-6 anni) e per tipo di competenza da sviluppare: apprendimento, movimento, autonomia, linguaggio, socialità. Una sezione dedicata alle “buone pratiche” fornisce inoltre utili consigli su come organizzare la giornata, come raccontare il coronavirus ai bambini e come comportarsi dal punto di vista igienico-sanitario in questa fase di emergenza. Infine, grazie alla disponibilità di educatori, psicologi e pedagogisti che lavorano nei servizi alla prima infanzia partner del progetto “Servizi 0-6: passaporto per il futuro”, è possibile usufruire - su richiesta - di un supporto personalizzato.

Fondazioni

Mission bambini nasce nel 2000 su iniziativa dell’imprenditore ed ingegnere Goffredo Modena, con l’obiettivo di sostenere l’infanzia in difficoltà in Italia e nei Paesi più poveri, perché i bambini sono il futuro del mondo. In 20 anni di attività ha aiutato 1,4 milioni di bambini, grazie a oltre 1.600 progetti in Italia e in altri 74 Paesi del mondo. Tre sono gli ambiti principali di intervento: educazione in Italia (contrasto alla povertà educativa e alla diffusione del fenomeno dei Neet), educazione e salute all’estero (garanzia di accesso all’istruzione per i bambini in difficoltà e interventi salvavita per i piccoli cardiopatici). www.missionbambini.org

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile nasce da un’intesa tra le Fondazioni di origine bancaria rappresentate da Acri, il Forum Nazionale del Terzo Settore e il Governo. Sostiene interventi finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori. Per attuare i programmi del Fondo, a giugno 2016 è nata l’impresa sociale Con i Bambini, organizzazione senza scopo di lucro interamente partecipata dalla Fondazione Con il Sud. Attraverso i primi tre bandi, le Iniziative in cofinanziamento e la Progettazione partecipata nelle aree terremotate, sono stati selezionati 355 progetti per contrastare il fenomeno della povertà educativa minorile in Italia, che coinvolgeranno oltre 480 mila bambini e ragazzi, insieme alle loro famiglie, che vivono in condizione di disagio, mettendo in rete 6.500 organizzazioni tra terzo settore, mondo della scuola, università e altri enti. I progetti, nazionali e regionali, sono sostenuti complessivamente con 281 milioni di euro del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. www.conibambini.org

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul lavoro, muore a 35 anni schiacciato da una macchina saldatrice

  • Intervento di riduzione dello stomaco, muore in casa dopo un malore

  • Cinque tamponi positivi al Covid-19, due per residenti in provincia di Lecce

  • Tenta rapina nel market, ma il cassiere reagisce. Arrestato dopo la fuga

  • Spaccio di stupefacenti, armi e rapine, in 23 davanti al giudice

  • Operazione “San Silvestro”, droga dall’Albania, scattano nove arresti

Torna su
LeccePrima è in caricamento