rotate-mobile
social

Riqualificare le aree suburbane: lo street artist Igor Scalisi Palminteri sarà a Lecce

Scalisi Palminteri sarà accompagnato da alcuni ragazze/i e un gruppo di mamme della comunità scolastica dell' Ics Sperone – Pertini, coinvolte a loro volta in una serie di attività laboratoriali integrate al progetto "Sperone 167 - per una comunità della cura". Nell'articolo tutte le informazioni sull'iniziativa

LECCE - Può un’iniziativa di rigenerazione urbana affermarsi con forza anche come un'azione di destination marketing? A quanto pare si. Sperone 167 - per una comunità della cura oggi è motore di rigenerazione e curiosità, un esempio virtuoso dell'economia della bellezza.

Provando ad invertire la tendenza di attenzione dai centri storici alle aree suburbane popolari attraverso la street art e il visual, il progetto Sperone 167 si sviluppa velocemente con base solida.

Ed è grazie a tutte le forze dell’alleanza creativa che l’esperienza comunitaria ed inclusiva ha ritrovato il consenso della società, dagli abitanti dei quartieri alle comunità scolastiche, diventando un movimento culturale di partecipazione attiva dal basso, attraverso l’arte, lo sport, il terzo settore e il tessuto imprenditoriale, libero da qualsiasi strumentalizzazione. 

Tutto questo motore di rigenerazione punta anche a creare un movimento virtuoso a livello di sviluppo economico, coinvolgendo tra gli altri un segmento fondamentale per la diffusione delle idee come il turismo. Creare nuovi flussi turistici in quartieri meno conosciuti, generando un nuovo interesse verso luoghi dimenticati. 

CHEKOS - 1-3

Nelle città di tutto il mondo, negli ultimi anni, si sono diffusi infatti dei tour durante i quali i viaggiatori vengono accompagnati alla scoperta delle opere che colorano i quartieri, proprio come accade già nella 167 di Lecce dove sono intervenuti noti artisti del panorama internazionale, tra cui Millo, Dimitris Taxis e Sabotaje Al Montaje.

L'arte pubblica contribuisce così alla caratterizzazione di una destinazione e della sua offerta turistica: chi visita un luogo è sempre più viaggiatore e meno turista, perché spinto al viaggio da motivazioni culturali ed esperienziali. 

La rilevanza del progetto Sperone 167 per lo sviluppo di nuove frontiere del turismo é testimoniata dalla presenza all'interno del sodalizio di vari operatori del settore e strutture ricettive, tutte aderenti a Federalberghi Palermo.

Sperone 167, a scanso di equivoci, non vuole essere in alcuno modo un catalizzatore di investimenti economici speculativi che vadano a modificare e snaturare il carattere e la storia del quartiere, o la sua identità orgogliosamente popolare. L'intervento di arte urbana non deve infatti mai essere un preludio alla gentrificazione.

Credere in due importanti driver di sviluppo economico come l'arte e la cultura, e nella bellezza come forza economica del paese, nell'idea che grazie alla presenza di attività economiche i “luoghi” diventano “città” e le città possono diventare “comunità di senso” ha spinto anche Confcommercio Palermo e Lecce a condividere l'esperienza di Sperone 167 aderendo all'alleanza creativa ed eterogenea.

Le date del programma

In attesa della presentazione ufficiale del programma completo sono state rese note le date.
 
L'artista Igor Scalisi Palminteri sarà a Lecce dal 22 al 29 Marzo accompagnato da alcuni ragazze/i e un gruppo di mamme della comunità scolastica dell' Ics Sperone – Pertini, che saranno coinvolti in una serie di attività laboratoriali. Parallelamente continueranno le riprese del docufilm, la cui regia è affidata a Davide Currao, mentre Odd Agency preparerà la sua opera Visual che si anticipa come un’esclusiva per il Sud Italia.
 
L'artista salentino Chekos inizierà il suo intervento a Palermo nella settimana tra il 3 ed il 10 Aprile e nella stessa settimana alcuni rappresentanti, studenti e mamme, della comunità dell' Ics Stomeo - Zimbalo affronteranno il viaggio per il capoluogo siculo. 

Ecco alcuni numeri di Sperone 167
 
- 500: i metri quadri dipinti degli artisti
- 30: i metri di altezza raggiunti dagli artisti durante l'intervento
- 25.000: i lumen utilizzati per le opere visual
- 700: i km che separano i due quartieri
- 150: le persone coinvolte
- 200: i sostenitori che hanno finora contribuito al crowdfounding
- 35: le associazioni e aziende coinvolte
- 2: gli istituti comprensivi protagonisti dello scambio
- 200: i litri di pittura usata durante l'intervento
- 20: i bambini che affronteranno lo scambio culturale
  
L'alleanza creativa

Essendo un movimento dal basso i componenti dell'alleanza creativa non sono dei semplici partner di progetto, ma la prima comunità che sorregge l'esperienza. 
Ecco l’elenco completo.
Da un'idea di Igor Scalisi Palminteri, Checkos, Afea art & Rooms 
Main partner: Caparol 
 
Evento in collaborazione con:

Le Confcommercio di Palermo e Lecce, Shot, Cinnamon, D. Currao, Odd, Travel on art, I.C.C. Sperone-Pertini, I.c.s. P. Stomeo - G. Zimbalo, 167/B street, Ufficio stampa Rosa Di Stefano, Parrocchia S.G. Battista, A casa di amici, Marika, Lo studiolo, Are'a, Al Reve's, Ecomuseo urbano, Yolk, Sartoria sociale, Day tour, L'arte di crescere odv, Hotel porta felice, Circ'opificio, Palermo guide tour, Bfake, Giulia briguglia, Dario Castiglione, Alfredo Giammanco, Federalberghi Palermo, Quarto Savona Quindici, Associazione Ritrovarsi. 

La campagna di crowdfounding 

Manca una settimana alla fine del crowdfounding, prevista per il 28 di Febbraio. Dichiarano gli ideatori: “Abbiamo finora raggiunto un importante obbiettivo economico grazie al sostegno di tante persone, che ringraziamo per la fiducia. Abbiamo ancora una settimana, e siamo sicuri che grazie al contributo di tutti, riusciremo a tagliare il traguardo.”

 
 

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riqualificare le aree suburbane: lo street artist Igor Scalisi Palminteri sarà a Lecce

LeccePrima è in caricamento