menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sanremo 2021, i Negramaro emozionano con l'omaggio a Lucio Dalla

I super ospiti salgono sul palco dell’Ariston con l’inedita versione di “4 marzo 1943” e poi con “Meraviglioso” di Domenico Modugno, reinterpretato nel 2008

Intensi, toccanti e perfetti sul palco dell’Ariston: i Negramaro hanno aperto la serata dedicata alle cover e duetti della 71esima edizione del Festival di Sanremo con un’inedita versione di “4 marzo 1943”, un capolavoro della musica italiana portato sullo stesso palco, nel 1971, dal grande cantautore bolognese Lucio Dalla che, oggi, avrebbe compiuto 78 anni.

Dopo l’esibizione del brano di uno degli autori più geniali che hanno calcato il palco di Sanremo, un toccante monologo di Giuliano Sangiorgi sul ruolo della canzone d’autore, dipinta come un'isola che salva e mantiene sani: "E solo grazie a quest’isola, restiamo 'Anime salve, in terra e in mare' capaci di dire ogni giorno 'Che grande questo tempo, che bella compagnia!' e lo si fa cantando", ha detto, spiegando come 'Si chiama “canzone”, questo posto, ed è un posto meraviglioso, in cui perfino il tuo dolore, potrà guarire".

Un inno al potere della musica che lenisce e guarisce attraverso le citazioni dello stesso Lucio Dalla tratte da Come è profondo il mare e da Anime salve di Fabrizio De Andrè, che anticipano l’esecuzione di Meraviglioso, lo storico brano di Domenico Modugno riportato in vetta alle classifiche dai Negramaro con la loro celebre versione uscita del 2008.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento