rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
social Nardò

Da Sanremo al Salento, Giuliano omaggia ancora Lucio Battisti

Dopo il brano "Ricominciamo tutto" presentato al Festival, il frontman dei Negramaro va a Torre Squillace, dove il cantante laziale visse per alcune estati. Qui è presente una statua in sua memoria

TORRE SQUILLACE (NARDO') - La recente partecipazione dei Negramaro al 74esimo Festival di Sanremo è stata caratterizzata da una serie di omaggi al grande cantautore Lucio Battisti. 

Il brano Ricominciamo tutto, presentato in gara dalla band salentina a 19 anni di distanza dall'ultima volta, nomina Battisti ed in una frase cita le famose "bionde trecce" de "La canzone del sole". Proprio quest'ultima è stata interpretata dai Negramaro insieme a Malika Ayane nel corso della serata delle cover di venerdì 9 febbraio. 

Al rientro nel Salento, Giuliano Sangiorgi si è recato a Torre Squillace per omaggiare la statua in bronzo di Lucio Battisti fatta installare dal Comune di Nardò nel 2022. Proprio in questa località, infatti, il cantante di Poggio Bustone (Rieti) dagli anni Settanta in poi trascorse alcune estati nella villa del suo collega Mogol. Qui venne ispirato per la scrittura di alcune celebri canzoni che hanno fatto la storia della musica leggera italiana. 

"Eravamo una canzone di Battisti all'alba" scrive sui social Giuliano, facendo ancora una volta riferimento al pezzo sanremese. A scorrimento, ha pubblicato una serie di foto che lo immortalano in prossimità dell'opera e del murale alle sue spalle, raffigurante la spiaggia della marina salentina. Nel carosello fotografico, per ultima, compare anche l'immagine di Lucio Battisti, fotografato molti anni fa vicino alla Torre. Un post che ovviamente ha manifestato forti emozioni da parte dei tanti fan dei Negramaro. 

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Sanremo al Salento, Giuliano omaggia ancora Lucio Battisti

LeccePrima è in caricamento