← Tutte le segnalazioni

Altro

"Esausto di vedere Otranto soffrire così"

Unnamed Road · Otranto

Lettera di un Otrantino.. Salve , vorrei che pubblicaste una mia lettera, se possibile, in segno di protesta contro la situazione e sigilli ai pontili. Sono Simone, sono andato via da Otranto 5 anni fa, perché oltre che offrire quei 4, 5 mesi all’anno di lavoro, Otranto, altro non poteva fare. Sono partito e sono arrivato a Milano e nel giro di 5 anni sono riuscito a crearmi una famiglia e persino a comprarmi una casa.

Invece che far crescere un paese (Otranto) qui lo si ridicolizza e basta. Siamo arrivati a mettere i sigilli ai pontili del porto turistico interno. Siamo arrivati a fermare i lavori ai fossati del castello. Siamo sicuri che qualcuno non c’è l’abbia con qualcun altro? Qui non si tratta di una persona e basta a cui fai un dispetto e passa tutto. Qui si tratta di far del male a tutta la sua comunità e a chi ha creato l’Otranto che è ora.

A tutte quelle persone che vivono grazie ad Otranto. Ai nostri nonni, ai nostri bisnonni. Passano gli anni e non cambia mai nulla. Per colpa di chi, questo non lo so . Milano mi ha tolto tanto, ma mi ha dato ugualmente tanto. Non sarebbe bello, che altre persone invece che andar via, abbiano quello che io ho lasciato insieme a ciò che io ho conquistato qua lontano 1100 km? Ma quanti altri Simone volete far andare via? Sono esausto nel veder da lontano Otranto soffrire così.

Grazie.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Ogni pretesto é OTTIMO per additare l'operato altrui!!!! Peccato vengano a mancare sempre le possibili soluzioni ai vari problemi, affinché si possa contribuire a vivere meglio la cittadina. Saluti

Segnalazioni popolari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento