← Tutte le segnalazioni

Degrado urbano

"Quando la burocrazia intralcia la legalità"

Via Amsterdam, 37 · Porto Cesareo

"Gent.mo sig. Commissario

facendo seguito all'incontro nel quale Le abbiamo illustrato il progetto di riqualificazione partecipata e di ripristino della legalità che questo comitato sta portando avanti, venerdì 27 febbraio abbiamo provveduto ad incontrare l'Ing. Stefanelli in qualità di responsabile del settore edilizia privata e, da qualche mese, responsabile del Demanio.

A seguito dell'incontro è emersa la necessità di un incontro congiunto che preveda la Sua presenza, la presenza dei rappresentati di questo comitato, del Responsabile dei Lavori Pubblici Ing. Tarcisio Basile, del Responsabile edilizia privata Ing. Paolo Stefanelli, del segretario Comunale Avv. Fabio Marra, e del Comandante della Polizia Municipale Com. Peluso

Avremmo necessità che Lei presiedesse tale riunione in quanto riteniamo indispensabile la Sua presenza affinchè l'incontro abbia carattere risolutivo vista l'urgenza con la quale alcune decisioni dovranno essere assunte.

In particolare Le chiediamo di affiancarci e supportarci in questa nostra lotta per il ripristino della legalità e del senso civico, in quanto abbiamo il timore che senza un Suo intervento si rischierebbe di disperdere il preziosissimo spirito di partecipazione e condivisione che si è creato in questo anno di duro lavoro del comitato.

Abbiamo il timore di trovare ostacoli burocratici proprio negli enti che dovrebbero supportarci in questa battaglia.

Confidiamo in un Suo supporto affinchè quanto abbiamo costruito possa proseguire (e per questo siamo disponibili a farci carico anche di oneri economici) anche attraverso piccoli segnali di incoraggiamento che possano consentirci di far capire a chi ha avuto fiducia in noi che la legalità e il rispetto delle regole sono l'unica strada possibile per proseguire in un percorso condiviso di risanamento e riqualificazione del territorio.

Le chiediamo la convocazione di un incontro congiunto nella settimana 9 - 15 marzo.

Restiamo a disposizione per qualsiasi chiarimento e ci è gradita l'occasione per porgerLe i nostri più cordiali saluti

Con i più sentiti ringraziamenti "

Questa la lettera che il Comitato di quartiere "La Strea" di Porto Cesareo ha scritto al Commissario prefettizio Dott.ssa Perna in data 03 marzo 2015 alla quale, ad oggi, non è stata fornita alcuna risposta.

Vista l'urgenza di mettere in atto alcune attività prima dell'inizio della stagione fra cui la pulizia della spiaggia, la rimozione di materiali pericolosi ( materiale di risulta, ferri sporgenti, corpi morti), il riordino dell'ormeggio selvaggio abusivo perpetrato nel corso degli anni tramite l'installazione di una catenaria regolarmente autorizzata, e l'assoluta necessità di garantire l'accessibilità ai disabili, il Comitato, in questi mesi, in linea con il percorso già intrapreso, ha dimostrato coerenza e spirito di iniziativa nel portare avanti un'azione volta al rispetto delle regole e al ripristino della legalità.

Si tratterebbe di semplice manutenzione ordinaria necessaria anche per la tutela della pubblica incolumità (ad esempio la pulizia della spiaggia) o del rispetto di obblighi legislativi (garantire l'accessibilità ai disabili) ai quali un ente pubblico non può venir meno.

Purtroppo, improvvisamente, dopo cortesi e propositive dichiarazioni verbali di intenti, il Comitato si è trovato di fronte ad un incomprensibile atteggiamento ostativo, da parte del comune e dei suoi dirigenti, con immotivata interruzione di procedimenti già avviati, senza peraltro ricevere mai comunicazioni che spiegassero tale mutato atteggiamento.

Il Comitato, nel pieno rispetto della trasparenza degli atti e delle attività svolte, ha deciso di predisporre la documentazione attestante quanto avvenuto fino ad oggi e di rendere noti i fatti accaduti alla cittadinanza, ai mass media locali e nazionali e agli Organi Competenti di Controllo.

Il Comitato di Quartiere "La Strea"

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (7)

  • Avatar anonimo di giusy
    giusy

    Forse se tutti smettono di pagare le tasse IMU  ...o Tasi per la spazzatura che non raccolgono e per servizzi primari come fogna, acqua, strade e luci che non mettono mai in opera. Forse lì, si renderanno conto di quanta gente (scocciata) paga regolarmente e quanti soldi non arriveranno più e non portranno fare niente neanche obligarci a farlo visto il comune non mantiene parola e da 40 anni Porto Cesareo non a fatto un solo lavoro publico ,

  • Avatar anonimo di eliseo
    eliseo

    Non starei attento solo al "Comune" Ente , ma in questo caso ai signori impiegati prefettizi che non ho capito perché il Ministero degli Interni ancora li usa!? Solo per dare stipendi? La ordinaria amministrazione la sanno fare anche gli impiegati/ dirigenti, da soli; senza il loro aiuto/ dirupo! Nel nostro caso! In quanto alle tasse i non residenti ne pagano molto di più di quante ne pagherebbero se fossero residenti! Tutto da rivedere! Ahimè ........

  • Avatar anonimo di Federico
    Federico

    Porto Cesareo è il riassunto di un'Italia che non va!

  • Avatar anonimo di Gianni
    Gianni

    Un Comune quello di Porto Cesareo a dir poco superficiale se non segue con attenzione l'ordine e il decoro delle proprie coste, spiagge e quartieri. Tra l'altro gli viene servito sul piatto d'argento un servizio gratis di volontari aderenti al Comitato la Strea Che è perennemente attento alla salvaguardia e pulizia della zona La Strea. Non approfittare di questa occasione mi sembra veramente assurdo!

  • Avatar anonimo di tonia
    tonia

    Vorrei ricordare al comune di port cesareo chetutte le persone della strea pagano regolarmente tutte le tasse dovute ,mentre loro non ci danno nemmeno un servizio e non hannovoglia di vedere la strea rinascere perche non ci vivono loro.

  • Avatar anonimo di Rocco
    Rocco

    E' un atteggiamento di inaccettabile indifferenza da parte di chi dovrebbe occuparsi del bene comune.

  • Avatar anonimo di eliseo
    eliseo

    Quanto saranno in buona fede?! Quanto "indaffarati" "distratti" o "altro"?

Segnalazioni popolari

Torna su
LeccePrima è in caricamento