← Tutte le segnalazioni

Degrado urbano

Esalazioni mefitiche a Lecce

Viale Ugo Foscolo, 30 · Lecce

Come al solito anche stamane i miasmi di esalazioni terribili mi hanno svegliato. Sono le cinque. Questo scempio accade ogni mattina nella nostra città e si spande nell’aria cheta e turba il sonno e avvelena. Possibile, mi chiedo, che nessuno, oltre me, le avverta? Possibile che nessuno denuncia questo scempio? Eppure l’aria è satura e quasi puoi toccare il fetore che penetra dalle finestre aperte e scuote e disturba il riposo e la quiete. È così tutte le sante mattine prima dell’alba( semicentro: tra V. U.Foscolo e V. Leopardi) …ed è immondizia che brucia ed è di diossina che intossica la puzza!

Qualcuno senza scrupoli o per mero interesse accenderà fuochi per bruciare rifiuti e così il nostro territorio è invaso dalla puzza nauseabonda, ammorbata da questo mostro silente che penetra fin nelle viscere nel silenzio di tutti e specialmente nell’indifferenza e silenzio delle autorità e dei tanti addetti al controllo del territorio. Dove sono i Verdi, gli ambientalisti così solerti in altri frangenti? O forse si turano il naso e non solo? Quale illecito si nasconde dietro questo lercio fenomeno?

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Signora denunci senza pemsarci su due volte, io ho fatto lo stesso diverse volte nel tempo... anche nel mio paese a pochi km da Lecce avvengono le stesse "furbate" di qualche ignoto che, piuttosto che smaltire correttamente i rifiuti plastici, trova più economico (credo sia quello il motivo), "smaltirli" bruciandoli illegalmente alla faccia della salute pubblica, in orari difficilmente verificabili dai vigili urbani (la mattina prestissimo, o il primo pomeriggio). Anche qui da me, quindi, lo stesso problema, io la capisco perfettamente, poi penso che chissà cosa respiriamo inconsapevolmente la notte, considerando il fatto che la finestra chiusa è una difesa per modo di dire, anche perché spesso in famiglia ci svegliamo col bruciore di gola dopo nottate simili. La cosa è insopportabile soprattutto il periodo estivo, quando vorresti poter dormire con la finestra aperta ma non puoi, perché non sai quando l'avvelenatore seriale colpirà di nuovo... possono passare 2, magari 3 giorni e poi arriva puntuale la notte di fumi venefici e, no... non sono scarti di potatura, ma l'inconfondibile puzza di plastica bruciata.

    • Pure a tuglie stessa identica situazione

Segnalazioni popolari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento