← Tutte le segnalazioni

Degrado urbano

Le famose strade del sesso

Via Martiri D'Otranto, 33 · Rudiae

E siamo sempre alle solite cioè la prostituzione sulle strade cittadine nonostante l'infinità di cartelli che ne evidenziano il divieto con l'ordinanza del sindaco. Sembra un incubo dopo tanti anni di lotta con l'Amministrazione Comunale nella persona del sindaco, con lettere al Prefetto, al Questore ed anche al Comandante dei VV.UU. vedere ancora le prostitute sulle strade di via A. Diaz, via M. d'Otranto, via Don Bosco, piazzale Rudiae e strade limitrofe e stiamo parlando di strade a due passi dal centro e non estrema periferia ed alle continue sollecitazioni telefoniche per intervento delle Forze dell'Ordine sentirsi rispondere dai VV.UU. che hanno una sola auto e che immancabilmente tutte le sere è impegnata in qualche incidente quindi "arrangiatevi", lo stesso dicasi per la polizia.

Allora chiedo a che servono le telecamere e le zone ZTL e i cartelli con l'ordinanza che vieta la prostituzione se poi non c'è la volonta o le risorse per far rispettare tutto ciò, abbiamo fatto le leggi sul caporalato per lo sfruttamento dei lavoratori/trici nei campi e per queste disgraziate che sono sulla strada sino a notte inoltrata che sporcano e degradano interi quartieri non possiamo o non vogliamo fare niente?

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (8)

  • ancora non capisco perche non riaprono le case chise piu pulizia sanita e soldi di tasse allo stato tanto gia esistono siti come www.escort4you.xxx dove esse si publicizzano nelle case

  • Avatar anonimo di Sara
    Sara

    Penso che la senatrice Merlin sia stata una gran "furbona"! Tolte le case "chiuse", tolta la prostituzione! Povera Italia! In mano agli inetti.

  • Anni e anni di proibizione non hanno portato a nulla. L'unica soluzione è legalizzare la prostituzione. Far si che le prostitute si spostino lontane dal centro è una forma di indifferenza non da poco...ricordiamoci sempre che queste povere ragazze sono costrette a prostituirsi per 4 soldi(e di quei soldi poi se ne tengono meno della metà),sotto minaccia continua e tramite riti voodoo. Emarginare non è la soluzione.

    • Daccordo con piero pelù ma stia attento a non dirlo in giro. Siamo netta minoranza l

  • Quindi niente controlli, siamo contenti di avere le prostitute, gli ubriaconi che vanno in giro lasciando bottiglie vuote di alcolici, siamo contenti di vedere la città che va incontro ad un inesorabile e progressivo degrado, e le nostre forze di polizia impotenti..........possono fare solo multe alle auto in sosta. E abbiamo la presunzione di considerarci un paese civile....!!!

  • Avatar anonimo di Ivo
    Ivo

    I vigili tutte le sere sono impegnati a fare le multe a chi si va a fare un giro in centro storico!

  • Affermo che le Ordinanze Sindacali ed i Regolamenti di Polizia Urbana devono essere conformi ai principi generali dell'Ordinamento, secondo i quali la prostituzione su strada non può essere vietata in maniera vasta ed indeterminata. Di conseguenza, i relativi verbali di contravvenzione possono essere impugnati in un ricorso. In più per le medesime ragioni, i primi provvedimenti suddetti non possono essere emessi per problematiche permanenti ed i secondi non possono riguardare materie di sicurezza e/o ordine pubblico.

    • Allora rimane tutto così ci teniamo le prostitute sotto casa, accettiamo passivamente gli schiamazzi sino alle prime luci dell'alba, la sporcizia che lasciano per strada e quando qualche sera rientriamo più tardi chiediamo pure il permesso per entrare a casa. E' proprio vero siamo in un piccolo paese di nome ITAGLIA con i politici che ci meritiamo.

Segnalazioni popolari

Torna su
LeccePrima è in caricamento