I "segreti" della chiesa di Sant'Anna e dei locali annessi: l'anteprima

Con qualche ora di anticipo sull'inaugurazione, LeccePrima conduce i lettori alla scoperta dei luoghi recuperati nel complesso dell'ex conservatorio

L'aula della chiesa vista dalla grata principale dei locali di clausura.

LECCE – Nel giorno della riapertura della chiesa di Sant’Anna, a LeccePrima è stato consentito di scoprire in anteprima le bellezze recuperate dopo due anni di lavori, principalmente di consolidamento statico e per il miglioramento della fruizione dei luoghi.

Con una guida d’eccezione, l’architetto Giuseppe Fiorillo che è stato il direttore dei lavori, abbiamo visitato i locali annessi alla chiesa oggetti di più significativi interventi di recupero, fino ad arrivare sulla terrazza caratterizzata dalla presenza di una colombaia e dal campanile. L'intero complesso, che comprende il conservatorio, fu costruito, per volontà di Bernardino Verardi, sul finire del XVII secolo, con un intervento successivo del Manieri, nel 1764. Era destinato a donne di nobile famiglia che "sceglievano" di condurre una vita estremamente riservata, rifiutando contatti diretti con l'esterno: in una teca sono esposte le riproduzioni dell'atto di fondazione, di alcune richieste di ammissioni, della contabilità e del provvedimento con cui, proprio per la carenza di risorse, si impedivano ulteriori ammissioni. 

All’inizio del restauro alcune parti di questo complesso erano in condizioni di estremo degrado: Il soffitto di alcuni locali era completamente crollato e l’acqua piovana si infiltrava ovunque. Tra le “chicche” di questo intervento, il recupero di un passaggio, sino ad ora impraticabile, per accedere ai vani retrostanti la  chiesa e ai  matronei  costituiti da stretti corridoi, dai quali le claustrali potevano assistere, dietro alle grate, alle funzioni religiose senza essere praticamente viste.

Il video con intervista a Giuseppe Fiorillo

La chiesa, così come l’annesso conservatorio, fa parte del patrimonio comunale. I lavori sono stati finanziati dalla Regione Puglia con un milione di euro. Alle 19 è prevista la cerimonia con una benedizione da parte del vescovo, monsignor Michele Seccia, alla quale seguirà il concerto di Natale organizzato dal “Conservatorio Tito Schipa” con i tradizionali canti di Natale (arrangiati da Francesco Muolo), ma anche, nella seconda parte con brani del repertorio americano del XX secolo, arrangiati da Daniele Vitali e cantati da Cinzia Eramo. Lo stesso concerto sarà replicato il 27.

“Connettere i luoghi e renderli fruibili – ha dichiarato il vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici Alessandro Delli Noci - Sono questi gli obiettivi principali di questo importante intervento di restauro e valorizzazione della Chiesa di Sant’Anna e degli ambienti di pertinenza. Un lavoro durato due anni che oggi ci consente di aprire le porte a tutti coloro che vorranno visitarlo come già è possibile fare con il Conservatorio di Sant’Anna restaurato di recente. Recuperare, valorizzare e rendere fruibili le nostre ricchezze storico artistiche è un obiettivo da perseguire affinché la città si apra ai suoi cittadini e affinché diventi una città attrattiva per i visitatori. Voglio ringraziare il Conservatorio Tito Schipa per io concerto di Natale che replicherà il 27 dicembre per la grande disponibilità e per l’occasione offerta alla cittadinanza. Siamo già al lavoro per definire il nuovo progetto di gestione e valorizzazione degli spazi”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripresa del virus in provincia di Lecce: 33 i positivi, tra questi bimbo di 4 mesi

  • Schianto frontale in moto contro un'auto: muore 54enne, grave una donna

  • Trascina la figlia per l'orecchio, i clienti del bar si ribellano e finisce a botte

  • Coronavirus in Puglia: nove positivi, cinque nel Salento fra cui anziano di una Rsa

  • Sospetta violenza sessuale: 20enne con forti dolori denuncia stupro

  • Covid-19, venti nuovi positivi in Puglia. Quattro in provincia di Lecce

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento