rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
social

The Lesionati: come far conoscere i salentini nel mondo con i video sui social

Intervista all'ideatore delle divertenti video-parodie Giampaolo Catalano Morelli. Parla di se stesso e racconta com'è nato il progetto. E svela anche le prospettive per il futuro

LECCE - Così come quando si legge un libro è meglio intendere prima la biografia dell'autore, allo stesso tempo conoscere la genesi di un progetto sui social può offrirne una visione completa.

The Lesionati è un mix travolgente di comicità e attaccamento alle proprie radici. Il primo video comico venne pubblicato dieci anni fa su Facebook, ma con il nome Party Rock Salento. A quel tempo forse in molti si saranno chiesti: ma di cosa si tratta? A cosa serve tutto ciò? Ora il mondo dei social è cambiato e sono migliaia i follower che attendono nuove parodie su Youtube o che seguono su Instagram l'ideatore Giampaolo Catalano Morelli. Ma cosa l'ha portato a dar vita a questa creatura?

"Il progetto è nato per stare vicini a tutti i salentini che si trovano lontano da questa terra meravigliosa. Nei commenti sotto i post mi scrivono persone divertite ma anche emozionate. È il pensiero di coloro che sono nati qui ma che vivono a chilometri di distanza."

247130360_1993716614113519_5566868544437244417_n-2-2

Questa è stata anche la storia di Giampaolo, classe 1980, che per diversi anni ha vissuto lontano dalla sua terra natale, avendo studiato per diventare attore al Dams Roma 3. Gli abbiamo chiesto di raccontarci qualcosa su di lui.

"Amo i posti spranti. Sono una persona umile che preferisce frequentare i luoghi semplici rispetto alla movida. Adoro il contatto con il pubblico, tanto da aver lavorato come animatore nei villagi. Il modello di attore a cui mi sono sempre ispirato è Christian De Sica. In questi anni sono stati Pasquale Zonno e Franco 'Millelire' le persone che hanno arricchito maggiormente i miei video."

Il primo è l'immancabile interprete che offre colore alle parodie grazie ai suoi personaggi e ai travestimenti: "il più grande trasformista del Salento". Il secondo una cara persona venuta a mancare a cui Giampaolo porge il suo ricordo:

245642059_431887948302288_3142281848138815863_n-2

"La prima volta che conobbi Franco lo fermai per strada e mi presentai. Lui era un personaggio noto a Lecce perchè era uno storico pr della movida in città; gli proposi di comparire nel mio primo video e accettò. Si affidò a me, non conoscendo le dinamiche dei social, e dopo un po' era lui a chiedermi quando dovessimo girare di nuovo".

Hai avuto ispiratori che ti hanno indirizzato nel tuo lavoro?

"Nei processi creativi no, perché scrivo da solo i miei video. Prima di cominciare chiesi al noto regista di teatro Francesco Apolloni di studiare con lui, ma concependo le mie capacità di scrittura mi invogliò a proseguire verso il percorso creativo che poi ho intrapreso durante questi anni".

Sei a tutti gli effetti  un influencer: senti la responsabilità di questo ruolo? Con quali altri influencer hai collaborato?

"Sì. Un po' la percepisco; non mi sento chissà chi, ma quando posso cerco sempre di supportare le associazioni di volontariato che mi chiedono una mano. Collaboro con molti amici pugliesi con i quali ho stretto ottimi rapporti. Tra questi Mandrake, Gianni Quirino Bekkalossi, Enzo Petrachi, i MalfAttori, e i Sud Sound System".

Il progetto The Lesionati ha travalicato anche i confini nazionali con l'ultimo video "Pasticciotto a Barcellona", parodia della famosa hit "Mille" di Fedez, Achille Lauro e Orietta Berti. Come siete andati a finire in Spagna?

246034097_406349084401352_2874560205147246639_n-2

"Abbiamo girato un video su richiesta dell'imprenditrice del settore food Carla Pantaleo, la prima a portare rustici e pasticciotti leccesi in terra catalana. Anzi la nostra prospettiva è proprio quella di invogliare tutti quelli che vivono e lavorano lontani dal Salento a intraprendere collaborazioni che diano ancora più lustro alla nostra terra e alla nostra cultura. L'obiettivo è di portare il Salento nel mondo."

Quali progetti vorresti realizzare per il futuro?

"Vorrei prender parte ad un film salentino. C'è un grosso equivoco di pellicole girate a Lecce ma ambientate in altre province pugliesi. Niente in contrario a chi porta lavoro in Salento, anzi. Ma vorrei far parte di un progetto che rimarchi l'ambientazione in cui è realmente svolta. In più mi piacerebbe insegnare a chi volesse apprendere delle tecniche per la commedia. Una sorta di scuola sui social."

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

The Lesionati: come far conoscere i salentini nel mondo con i video sui social

LeccePrima è in caricamento