rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
social

Torna "Cortili aperti": l'evento si arricchisce con due concerti di musica lirica

La novità musicale arriva in occasione del centenario della morte di Giacomo Puccini. Le esibizioni sono in programma a Palazzo Tamborino Cezzi e nella Chiesa di Sant'Anna. Appuntamento per il 26 maggio

LECCE - Si schiudono per un giorno i portoni dei palazzi storici della città. A Lecce torna “Cortili Aperti, domenica 26 maggio dalle 10 alle 13 e dalle 16.30 alle 20.30, nell’ambito della quattordicesima edizione della “Giornata nazionale dell’Associazione dimore storiche italiane (Adsi)”. 

La storica manifestazione leccese, giunta alla 29esima edizione, organizzata dalla sezione Puglia di Adsi con il supporto e la collaborazione del Comune di Lecce, svela a turisti e visitatori oltre trenta dimore, luoghi storici, cortili, giardini, androni, chiostri solitamente chiusi lungo le vie del centro della città, che abbracciano un programma ricchissimo di eventi con presentazioni di libri, mostre, conversazioni, danze storiche in costume, musica dal vivo, esposizioni, performance, visite guidate anche in lingua.

Quest’anno due eventi dedicati agli amanti della lirica, in occasione del centenario della morte di Giacomo Puccini: a Palazzo Tamborino Cezzi c’è il concerto “Vissi d’arte, vissi d’amore”, un viaggio alla scoperta dei tormenti e delle passioni di Puccini del grande compositore mentre nella Chiesa di Sant'Anna una conversazione con musica e immagini a cura di Eraldo Martucci dal titolo “Amor sacro e amor profano: la religiosità nelle opere di Giacomo Puccini nel centenario della morte”. 

Immagine repertorio Cortili aperti 2023

Le dimore aperte

Sono tre gli itinerari proposti, che partono dalle principali porte d’ingresso al centro storico. Il primo da Porta San Biagio attraversa l'istituto di cultura e lingue Marcelline, palazzo Pollicastro Boutique Hotel, Galleria Ship in Arte, Palazzo Carrozzini, Palazzo Lecciso, Palazzo Morisco, Palazzo Tamborino Cezzi, Palazzo Sambiasi, Palazzo Bernardini, Palazzo Brunetti, Palazzo Andretta, il Museo storico città di Lecce.

Il secondo percorso si avvia da porta Rudiae per proseguire secondo il seguente ordine: Accademia di Belle Arti, Borgo Sant’Anna, Palazzo Scarciglia, Chiesa S. Elisabetta, Palazzo Apostolico Orsini, Palazzo del Seminario, Palazzo Marrese, Palazzo Rollo, Palazzo Carrelli Palombi, ex convento dei teatini.

L'ultimo itinerario parte da porta Napoli e continua così: Chiesa di Santa Maria di Ogni Bene ed Ex convento degli Agostiniani , Palazzo Giaconia, secondo circolo didattico “Edmondo De Amicis”, Palazzo Bozzi Corso, Palazzo Personé-Taurino, sede del Museo Ebraico, Palazzo Maremonte – Chillino, Palazzo Protonobilissimo, Palazzo Guido, Cappella nobiliare di San Leucio, Chiesa Santa Maria “della Nova”.

In programma anche, tra gli eventi correlati alla manifestazione, “Artigianato d'eccellenza 2024”, la mostra mercato del made in Italy d'autore ospitata nel circolo cittadino nel pomeriggio di venerdì 24, dalle 18 alle 21, e nei giorni di sabato 25 a domenica 26 maggio, dalle 10 alle 21.

Un ruolo importante nella realizzazione di “Cortili Aperti” è rivestito da sempre dalle scuole e dagli istituti di formazione. Come ogni anno, si rinnova la collaborazione tra Adsi sezione Puglia e le scuole che vedono gli studenti e le studentesse direttamente coinvolti in numerose attività culturali. Quelle che parteciperanno a questa edizione sono: istituto di cultura e lingue “Marcelline”, Ites “A. Olivetti”, liceo artistico e coreutico "Ciardo Pellegrino", liceo classico e musicale "Giuseppe Palmieri", liceo scientifico statale “Giulietta Banzi”, liceo statale "Pietro Siciliani", scuola Oxford group international house, scuola secondaria di primo grado “Ascanio Grandi”

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna "Cortili aperti": l'evento si arricchisce con due concerti di musica lirica

LeccePrima è in caricamento