rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
0 °
social

Torna “Lecce cortili aperti”: un itinerario tra le bellezze nascoste della città

La ventottesima edizione dell'iniziativa è organizzata dalla sezione regionale dell'Associazione dimore storiche italiane, con il sostegno del Comune di Lecce

LECCE - È sempre più corposa la lista delle dimore e dei luoghi storici che ogni anno offrono ai numerosi visitatori e turisti la possibilità di varcare le soglie della bellezza. Per la XIII edizione della “Giornata nazionale dell’Associazione dimore storiche italiane”, in programma domenica 21 maggio, in tutta la Puglia saranno aperti e visitabili palazzi storici, ville, castelli e masserie diffusi tra le province di Lecce, Bari, Taranto e Brindisi.

La giornata è organizzata dalla sezione regionale dell’Adsi che, con il sostegno del Comune di Lecce, ripropone nel capoluogo salentino “Lecce cortili aperti”, giunta alla sua XXVIII edizione: un itinerario tra le bellezze nascoste di giardini, androni e chiostri lungo le vie del centro storico con un ricco programma di visite guidate, musica, spettacoli dal vivo, incontri, mostre e altri eventi che vedranno protagonisti gli allievi di numerosi istituti scolastici della città.

Come ogni anno, si rinnova la proficua collaborazione con il Conservatorio “Tito Schipa” che curerà gli interventi musicali previsti in diversi cortili mentre le scuole che parteciperanno a questa edizione sono: il liceo classico e musicale "Giuseppe Palmieri", la scuola secondaria “Ascanio Grandi”, l’Oxford institute, l’istituto tecnico “Adriano Olivetti”, il liceo artistico e coreutico “Ciardo Pellegrino”, il liceo scientifico statale “Giulietta Banzi”, il liceo statale “Pietro Siciliani”, l’istituto di cultura e lingue “Marcelline” e l’Accademia di belleaArti. 

Valorizzare il patrimonio storico

“La giornata dedicata alle dimore storiche è un momento per noi molto significativo”, sottolinea Piero Consiglio, presidente di Adsi sezione Puglia, “perché ci permette di regalare a un pubblico sempre più vasto, numeroso ed interessato alcuni dei luoghi storicamente più rilevanti che i nostri associati amano, curano e valorizzano in modo costante con passione e responsabilità. La nostra manifestazione si avvale non sono della presenza di numerose dimore private, ma anche dell’apertura di alcuni centri storici come quello di Bitonto, Ruffano e di prestigiose residenze nobiliari attualmente sede di Amministrazioni comunali come la Galleria del Palazzo Ducale Castromediano a Cavallino e il Palazzo Marchesale a Botrugno".

“Lecce Cortili Aperti, giunta alla sua XXVIII edizione, è una manifestazione molto amata e attesa, non solo dai leccesi”, dichiara Rossella Arditi Galante, vice presidente di Adsi Puglia, “ancora una volta il centro storico svelerà bellezze nascoste dietro la maestosità dei suoi portoni. La novità di quest’anno è l’apertura del giardino della scuola primaria II Circolo didattico ‘Edmondo De Amicis’ conosciuto solamente dai genitori degli alunni che la frequentano. Un piccolo gioiello custodito dietro l’imponente facciata in stile liberty dello storico edificio".

Anche quest’anno, a impreziosire l’evento è la manifestazione “Artigianato d’eccellenza, mostra - mercato del manufatto d’autore” che si terrà da venerdì 19 a domenica 21 in Piazzetta Carducci. L'iniziativa è realizzabile grazie a tutti i proprietari, che offrono ampia disponibilità per l’organizzazione dell’evento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna “Lecce cortili aperti”: un itinerario tra le bellezze nascoste della città

LeccePrima è in caricamento