Sabato, 20 Luglio 2024
social

Trasformazione digitale per moda e lusso: il premio nazionale "Isipm" va a Martina Chirizzi

La dottoressa in Ingegneria gestionale nella sua tesi ha analizzato il lavoro del gruppo Prada. L'obiettivo era dimostrare come il successo di progetti innovativi richieda una gestione del cambiamento a livello di sistema

LECCE - Il premio Isipm 2024 dell'Istituto italiano di project management è stato assegnato alla dottoressa Martina Chirizzi. Laureata presso UniSalento in Ingegneria gestionale, ha prodotto la tesi dal titolo “Digital transformation project for fashion and luxury sector: insight from Prada”. Il lavoro, che ha consentito lla vittoria del premio, è stato coadiuvato dalla relatrice, la professoressa di Ingegneria economico-gestionale Valentina Ndou.

Martina Chirizzi ha analizzato la gestione di due progetti di "digital transformation" basati su tecnologia blockchain ed implementati da Prada Group. Sono state approfondite le motivazioni e le modalità con cui le aziende del F&L sfruttano le “Disruptive technologies” per rimanere competitive, digitalizzando le operazioni, la "customer experience" e combinando innovazione e sostenibilità.

La scelta è ricaduta sul Gruppo Prada per diversi fattori fondamentali: il gruppo mira a condurre il cambiamento, traducendo le esigenze del mercato e della società in azioni tangibili che impattano sui modelli di business. L'innovazione, come evidenzia la dottoressa Chirizzi nel suo lavoro, è infatti parte integrante dell'identità di Prada: il desiderio di ampliare i propri orizzonti, sperimentare e cogliere ogni opportunità si riflette pertanto anche nella concezione dell'Aura Blockchain Consortium. L'aspetto più interessante ed innovativo della tesi, per il quale la laureata è stata premiata, è quello relativo all'integrazione tra tecnologia avanzata, sostenibilità e project management nel settore del lusso. L'adozione di un approccio basato su project driven organization garantisce infatti una coordinazione efficace e il successo a lungo termine. Questo connubio rappresenta un modello per il futuro del lusso, dove esclusività, responsabilità ambientale e gestione strategica dei progetti possono coesistere. La trasformazione digitale, d’altronde, è vitale oggi per l'adattamento delle aziende al mercato attuale. Il loro successo dipende dalla gestione efficace di progetti a lungo termine che soddisfino le aspettative dei clienti e sfruttino le nuove opportunità. Questo processo non riguarda solo la tecnologia, ma richiede una ristrutturazione completa dell'ambiente lavorativo, dei processi e delle capacità necessarie per affrontare il cambiamento con proattività.

La tesi della dottoressa ha avuto proprio questo obiettivo: dimostrare come il successo di progetti innovativi di trasformazione digitale richieda una gestione del cambiamento a livello di sistema, che includa vari aspetti fondamentali quali il cliente, gli stakeholder, la cultura aziendale, i piani di comunicazione, gli stili di leadership e la collaborazione. Un approccio olistico essenziale per navigare la complessità e le dinamiche di un mercato in continua evoluzione, garantendo allo stesso tempo la sostenibilità e l'innovazione a lungo termine.

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasformazione digitale per moda e lusso: il premio nazionale "Isipm" va a Martina Chirizzi
LeccePrima è in caricamento