Giovedì, 17 Giugno 2021
social

Un giardino al posto dell’ex discarica. Gli alunni piantano pioppi e scrivono ad Emiliano

Iniziativa ambientale dei ragazzi delle quinte classi del Polo1 nella zona di Castellino con l’aiuto del personale Arif. E parte sollecitazione alla Regione

I piccoli scolari neretini

NARDO’ -  Tre alberi di pioppo bianco per dar vita al nuovo corso dell’ex area della discarica di Castellino di Nardò.  Un gesto simbolico e rigenerante promosso dai piccoli alunni dell’istituto comprensivo del Polo 1 che in un futuro non tanto lontano sognano la creazione di un vero e proprio giardino in quella che è stata per troppo tempo la piaga ambientale della cittadina neretina. Nella mattinata di ieri infatti, come da programma annunciato, gli alunni delle classi 5A e 5B del plesso “Don Milani” hanno piantato tre alberi di pioppo bianco nei pressi dell’area della ex discarica di Castellino per ricordare a tutti “che l’aria pulita è uno dei beni essenziali della vita”.IMG_1155-2

I bambini sono stati aiutati nei lavori dagli operatori dell’Arif, l’agenzia regionale per le attività irrigue e forestali,  che ha offerto i tre alberelli, e sono stati accompagnati dalle insegnanti di classe, dalla dirigente del Polo1, Maria Gabriella Caggese, dall’assessore all’Ambiente, Mino Natalizio e dall’assessore all’Istruzione, Maria Grazia Sodero. Gli alunni delle scuole primarie così come la comunità neretina da tempo auspicano che la discarica di Castellino venga chiusa e messa in sicurezza per sempre e che diventi un vero e proprio giardino a servizio della città. Il Comune in tale direzione sta cercando di accelerare i tempi lavorando a stretto contatto con la Regione e la ditta di gestione dell’impianto per concludere l’iter della messa in sicurezza e la fase definitiva di post chiusura.IMG_1122-2

I ragazzi del Polo 1 hanno voluto legare a questo problema un progetto didattico interdisciplinare in grado di sollecitare curiosità e interesse per l’ambiente, nonché atteggiamenti di rispetto e di tutela del patrimonio arboreo e boschivo del territorio. L’interessante incontro con l’assessore Mino Natalizio, in classe qualche giorno fa, in occasione della Giornata nazionale dell’albero, ha reso fattibile il desiderio dei bambini di accedere alla discarica, piantumare gli alberi e compiere un gesto dal grande significato educativo. Peraltro, gli alunni chiederanno direttamente, con una lettera inviata al presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, che vengano portati a termine l’impegno già preso e il lavoro avviato per risolvere l’annoso problema della bonifica e della chiusura della discarica.

                 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un giardino al posto dell’ex discarica. Gli alunni piantano pioppi e scrivono ad Emiliano

LeccePrima è in caricamento