Guerra a tutti gli stereotipi: “Io, una modella curvy nel calendario 2021”

Vittoria Pasca racconta la scelta di posare nel progetto del fotografo bresciano Piero Beghi. “Promuoviamo una bellezza diversa”

PORTO CESAREO- “Anche noi curvy, al di là della taglia, possiamo essere sensuali e fare le modelle. Eppure, all’inizio facevo fatica a guardarmi allo specchio perché non mi accettavo”: Vittoria Pasca ha 26 anni, vive e lavora a Porto Cesareo in un negozio di abbigliamento ed è una delle dodici modelle che ha posato per il progetto del fotografo bresciano Piero Beghi, “Curvy sensuality - Calendario 2021”.

“Ho sempre avuto difficoltà, da piccola più cicciottella mi sentivo privata di alcune scelte, non mi sentivo a mio agio. Facevo fatica ad andare al mare con gli amici, poi si usciva e avevo paura di mangiare un gelato o una crepe con loro perché mi sentivo sempre in difetto” racconta Vittoria Pasca, mentre ha staccato per la pausa pranzo ed è tornata a casa a prepararsi il pranzo. La modella curvy è “metà leccese e metà polentona” come dice lei perché il papà è di San Pietro in Lama e la mamma di Brescia.

curvy sensuality

“Sono nata al Nord, è vero, ma mi sento più leccese e quattro anni fa ho deciso di trasferirmi a Porto Cesareo. Volevo stare vicino al mio mare” racconta mentre sorridendo parla anche dei pasticciotti. Dunque, la storia di Vittoria Pasca è di quelle al contrario perché troppo spesso si legge di pugliesi che si trasferiscono al Nord per lavoro: lei, invece, dal Nord è venuta a vivere e a lavorare al Sud.

“Al Nord ci sono sfilate di modelle curvy e molte più possibilità per un mondo che sta prendendo piede in Italia in questi ultimi anni. Qui in Puglia non vengono date occasioni, non ci sono realtà che combattono gli stereotipi”, così Vittoria ha partecipato al cast del fotografo di Brescia, Piero Beghi, “figura importantissima perché quando ti fotografa riesce a prendere la parte più bella ed è iniezione di autostima” prosegue con voce squillante.

Inclusione, accettazione e valorizzazione sono i messaggi che lanciano le dodici modelle curvy del calendario provenienti da tutta Italia, la più grande ha 53 anni e tutte sono rigorosamente dalla taglia 46 in su. Il progetto “Curvy sensuality” combatte gli stereotipi imposti dai media per favorire una moda per taglie forti e un nuovo concetto di bellezza. Perché la realtà non è solo magre, ma anche curvy belle e sensuali. Insomma, ragazze e donne normali che troppo spesso si sentono poco rappresentate.

“Il calendario ha foto in bianco e nero proprio per evocare grazia ed eleganza, esprimono il fascino e la bellezza delle nostre curvy” dice Vittoria Pasca che oggi guardandosi allo specchio, finalmente, si piace e invita tutte a trovare il bello in ognuna ed essere se stesse.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Viavai sospetto intorno a casa, blitz dei carabinieri: trovati droga e soldi

  • Coppia massacrata in casa, il giovane assassino reo confesso chiede l’abbreviato

  • Muore colto da infarto davanti alla scuola: attendeva la nipotina

  • Benzina e fuoco nell’autolavaggio: ma l'hard disk delle videocamere "sopravvive" alle fiamme

  • Curva stabile, quasi 1500 positivi. Casarano e Alessano scuole solo in Ddi

  • Non si fermano all’alt, schianto sul guardrail: in auto la targa rubata a un finanziere

Torna su
LeccePrima è in caricamento