rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
publisher partner

L'amore per il pallone può unire diverse culture?

In giro per il mondo con un pallone da calcio come compagno di viaggio, ecco la storia di Andrea

“Tra le braccia della libertà” è l’opera prima di Andrea Garofalo, 29 anni salentino, agente di viaggio e accompagnatore turistico che, attraverso questo romanzo racconta la sua esperienza in giro per il mondo.

Un viaggio durato un anno, in compagnia di un pallone da calcio, e che ha portato l’autore alla scoperta di 21 paesi diversi.

Andrea è partito dal Salento, sua terra d’origine, nel 2018 alla scoperta di nuovi luoghi e culture con l’obiettivo di stabilire relazioni con persone e paesi lontani. Australia, America meridionale e Portogallo, sono solo alcune delle tappe che lo scrittore ha vissuto e raccontato sul proprio blog, gli stessi luoghi che hanno dato linfa alla sua ispirazione e da cui è nato l’avvincente romanzo autobiografico “Tra le braccia della libertà”.

Alla domanda “perché hai scelto il pallone come tuo compagno di viaggio?”, Andrea risponde: “Perché il mio sogno era diventare un calciatore, per questo motivo ho deciso di unire la mia passione per i viaggi, le nuove scoperte e la crescita interiore senza rinunciare al calcio, il pallone è stato lo strumento che mi ha permesso di entrare in empatia con le persone che non parlavano la mia lingua”.

Sono tante le sfide, i sacrifici e le soddisfazioni che hanno permesso all’autore di arricchire il proprio bagaglio personale, al punto di avere materiale in abbondanza per realizzare “Tra le braccia della libertà” che sarà presentato giovedì 26 maggio alle ore 19.00 presso l’affascinante biblioteca Cleopazzo di Squinzano (Lecce), comune in cui Andrea è nato e cresciuto.

La presentazione prevede la partecipazione di diversi ospiti e del giornalista locale, Mario Pede, con cui l’autore dialogherà alla presenza del pubblico. 

Segui Andrea s'è Perso su:
Instagram
Facebook
Youtube
Blog

Video popolari

LeccePrima è in caricamento