Lecce 2019, per l’esame generale in strada tutta la città: “Siamo al rush finale”

Il sindaco, Paolo Perrone, e il coordinatore della candidatura, Airan Berg, rinnovano l'invito ai leccesi in occasione dell'arrivo in città di tre componenti della commissione che deciderà quale tra le candidate sarà la Capitale della cultura

Airan Berg e Paolo Perrone.

LECCE – L’entusiasmo contagioso come benzina per gli ultimi metri. Quelli che separano Lecce dal riconoscimento come Capitale europea della cultura nel 2019. Una gara lunga e con concorrenti agguerrite: le città con maggiori credenziali, stando alle voci di corridoio e anche alla previsioni di un’agenzia di scommesse, sarebbero Lecce e Matera.

Questa mattina il sindaco, Paolo Perrone, e il direttore artistico della candidatura, Airan Berg, hanno voluto comunicare ai cronisti la necessità di un coinvolgimento diffuso dei cittadini per quello che è un vero e proprio esame. Lunedì prossimo, infatti, saranno in città tre dei 13 componenti la commissione incaricata di selezionare la candidatura migliore. E allora tutti in strada, soprattutto nel centro storico, per trasformare vicoli e piazze in contenitori di energia e partecipazione (il allegato il programma).

 “Siamo al rush finale - ha affermato il sindaco Paolo Perrone -. E’ necessario che la comunità scenda per strada e si lasci coinvolgere dai tanti eventi che abbiamo organizzato per ospitare nel migliore dei modi i commissari internazionali. Il momento clou sarà a mezzogiorno nell’anfiteatro dove intoneremo tutti insieme ‘Terra mia’, una canzone che vuol significare il senso di appartenenza della comunità ad una terra straordinaria che vuol essere difesa e protetta. Lunedì sarà per noi un giorno di festa. I cittadini hanno seguito questo lungo percorso: all’inizio eravamo in pochi ora siamo tantissimi. Ecco perché possiamo farcela. Ringrazio lo staff di Lecce2019 per il lavoro straordinario che hanno compiuto e i privati che ci hanno sostenuto”.

“I cittadini potranno fare la differenza in questa competizione -  ha dichiarato il coordinatore artistico di Lecce2019, Airan Berg – partecipando alle attività e alle iniziative che abbiamo organizzato, ai laboratori, alle performance artistiche: in un anno e mezzo verrà compresso nel tempo e nello spazio in occasione della visita dei Commissari prevista per lunedì 6 ottobre”.

“Grazie al percorso avviato con Lecce2019 -  ha sottolineato da parte sua l’assessore all’Innovazione Tecnologica, alle Politiche Giovanili e  Comunitarie, Alessandro Delli Noci - andiamo con decisone nella direzione della cooperazione e della collaborazione attraverso approccio partecipativo in tutti i campi, anche nell’attività della ricerca e del prodotto tecnologico”. 

(Leggi e scarica il programma del Giorno dell'utopia).

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
LeccePrima è in caricamento