Esame ufficiale per la candidatura di Lecce. Perrone e Gabellone in prima fila

La delegazione salentina in audizione con i commissari incaricati di fare la preselezione tra tutte le città che aspirano al riconoscimento. Il consigliere regionale del Pdl, Saverio Congedo: "Ci giochiamo una fetta del futuro di questa terra"

LECCE – Lo staff per Lecce Capitale europea della cultura per il 2019, capitanato dal sindaco, Paolo Perrone, si è sottoposto, a Roma,  al confronto con i membri della commissione incaricata di valutare le candidature italiane e di produrre una short list con quelle ammesse alla seconda fase. Presente anche il presidente della Provincia di Lecce, Antonio Gabellone, oltre naturalmente al coordinatore della candidatura, Airan Berg (nella foto, sotto, dalla bacheca Facebook del sindaco, l'intera delegazione).

La commissione selezionatrice è composta da sei delegati delle istituzioni italiane e da sette designati da quelle europee. I criteri di valutazione che verranno seguiti riguardano la dimensione europea della manifestazione e il coinvolgimento dei cittadini nel processo di preparazione. Il verdetto è atteso per il mese di gennaio.

perrone_roma-2Intanto non mancano gli incoraggiamenti da parte degli esponenti della politica. “La prospettiva che il territorio di Lecce e dell’intero Salento diventi Capitale della cultura – commenta il consigliere regionale del Pdl, Saverio Congedo -,  fa di questa sfida la sfida di tutti noi e credo che in questo senso si sia riusciti fin qui a dare una grande prova di partecipazione popolare”.

Per il rappresentante del centrodestra la posta in palio è molto alta, soprattutto in prospettiva: “Enormi opportunità dal punto di vista sociale, culturale ed economico, infatti, sono legate al titolo di Capitale e resto convinto che questa candidatura sia tra quelle con le maggiori possibilità di successo, anche di fronte a tante e blasonate realtà. Ci giochiamo probabilmente una fetta del futuro del territorio salentino e non solo, dopo anni di duro lavoro dal punto di vista della immagine e dell’attrattività. Sarebbe un riconoscimento straordinario”. 

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
LeccePrima è in caricamento