Venerdì, 30 Luglio 2021
Capitale europea della cultura 2019

Aeroporti di Puglia e Comune di Lecce insieme per "volare" sulla Capitale europea della cultura

A Palazzo Carafa firmato questa mattina il protocollo d'intesa tra il sindaco Paolo Perrone e l'amministratore unico di Aeroporti di Puglia, Giuseppe Acierno, che avvia di fatto una intensa collaborazione che punta all'ambito riconoscimento

LECCE – Il protocollo d’intesa firmato questa mattina a Palazzo Carafa tra il sindaco Paolo Perrone e l’amministratore unico di Aeroporti di Puglia, Giuseppe Acierno, avvia di fatto una intensa collaborazione il cui fine è per la società che gestisce gli scali pugliesi il sostegno e la promozione della candidatura della città di Lecce a Capitale europea della cultura 2019.

Un progetto in progress che fa leva sulle percentuali in crescita degli arrivi internazionali nel Salento e che si svilupperà sullo scambio di informazioni reciproche ancor più se l’ambito riconoscimento sarà realtà. Come, per esempio, la scritta sugli aerei delle compagnie low cost di Lecce Capitale Europea della Cultura 2019. Tanto per dirne una. Ma, restando con i piedi per terra, il gruppo di lavoro composto da tre rappresentanti per il comune, altrettanti per Aeroporti di Puglia, nel frattempo avrà il compito specifico di definire piani e norme di attuazione in termini di attività, tempi e prodotti risorse; individuare le occasioni di collaborazione, concordare progetti per migliorare la qualità dei servizi e condividere un eventuale piano di comunicazione e di realizzare economie di scale; definire piani e norme di attuazione per l’eventuale implementazione dei servizi che potrebbero essere erogati.

“La nostra è una testimonianza per il lavoro che è stato fatto fino ad ora per Lecce Candidata a capitale europea della cultura – ha spiegato l’amministratore unico di Aeroporti di Puglia, Giuseppe Acierno -, perché necessità della vicinanza dell’operatore che io rappresento e che abitualmente si preoccupa di creare le condizioni migliori affinchè i turisti possano arrivare in Puglia, dato che nei primo 21 giorni di aprile abbiamo registrato il 16 per cento in più di arrivi internazionali destinazione Salento rispetto all’anno scorso di stranieri che arrivano in Puglia”.

“Nello specifico metteremo a disposizione informazioni e know how sui traffici, sui turisti, sulla tipologia,  ma anche una competenza per gestire queste informazioni. Questo è un contributo che potrebbe apparire poco significativo – ha concluso Acierno -, ma che in realtà è molto importante. Riteniamo opportuno e giusto per Lecce e il Salento dedicare una attenzione a rafforzare la comunicazione per la candidatura della città, generare insomma opportunità per la Puglia e per la candidatura di Lecce”.

Il sindaco Perrone ha ricordato che “nel 2013 si sono registrati 2 milioni e 800mila arrivi: voglio ringraziare Aeroporti di Puglia perché da parte mia c’è stata occasione, anche se in modo non del tutto diplomatica, in cui ho gridato alla poca attenzione dimostrata da parte di alcune istituzioni alla candidatura di Lecce e invece con la società abbiamo sempre veicolato una sorta di partnership ideale che trova conferma in questa sottoscrizione del protocollo d’intesa. Ci auguriamo che prenda forma nel momento in cui Lecce possa diventare davvero Capitale europea della cultura”.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aeroporti di Puglia e Comune di Lecce insieme per "volare" sulla Capitale europea della cultura

LeccePrima è in caricamento