Venerdì, 23 Luglio 2021
Capitale europea della cultura 2019

Da Marsiglia il sindaco Perrone detta la ricetta per la sua città del futuro

Il primo cittadino è intervenuto oggi nella città francesce, Capitale europea della cultura 2013, al quinto "Roundtable of mayors and ministers, better cities better lives". Presente per Lecce anche l'assessore Alessandro Delli Noci

LECCE - Il sindaco di Lecce, Paolo Perrone, è intervenuto oggi a Marsiglia, Capitale europea della cultura 2013, al quinto “Roundtable of mayors and ministers, better cities better lives” (“Tavola rotonda di sindaci e ministri, città migliori vite migliori”), organizzato dall’Ocse. Il primo cittadino leccese si è soffermato sul rapporto esistente tra la cultura e le politiche dell’innovazione, un connubio che ha accompagnato fin qui il percorso di costruzione della candidatura di Lecce a  Capitale Europea della Cultura.

“Innovazione e cultura – ha affermato il sindaco Paolo Perrone – rappresentano le due direttrici verso cui indirizzare lo sviluppo. E Lecce è pronta a guardare al futuro  per diventare un laboratorio di idee intelligenti di cambiamento, innovazione ed evoluzione culturale. In questa prospettiva, nella propria candidatura a Capitale della Cultura e nell'adesione al progetto "SmartCities", il capoluogo salentino ha l'ambizione di promuoversi come luogo della comunicazione e fucina della creatività giovanile e imprenditoriale”.

“Politiche di governo, efficienza energetica, salvaguardia dell'ambiente, mobilità, edilizia sostenibile, sanità, educazione, turismo, valorizzazione dei beni culturali – ha proseguito Perrone -: su queste direttrici - attraverso intese istituzionali e interistituzionali, con il supporto dei centri di ricerca universitari e con l'interazione del partnerariato economico-sociale - Lecce si muoverà, per ripensarsi in prospettiva futura, risolvere le sue complessità urbane e riqualificarsi in modo efficiente, vivibile e produttivo. In tale contesto si inserisce il progetto Cultura e Turismo, DiCet InMoto, progetto Smart finanziato dal Ministero della Ricerca che ha come obiettivo quello  di valorizzare il patrimonio storico e monumentale attraverso l’utilizzo di tecnologie innovative”.

Soddisfatto anche l’assessore all’Innovazione Tecnologica, Alessandro Delli Noci: “E’ stata una grande opportunità di confrontarci con le più grandi realtà mondiali nel settore dell'innovazione tecnologica. Siamo certi che da questi incontri nasceranno numerose opportunità e progetti comuni con le città e regioni presenti”.

Hanno preso parte sindaci e rappresentanti del governo provenienti da trentotto Paesi. Per l'Italia al tavolo internazionale erano presenti anche il ministro alla Coesione territoriale Carlo Trigilia, il sindaco di Genova Marco Doria, l'assessore all'Urbanistica del Comune di Milano Ada Lucia De Cesaris.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Marsiglia il sindaco Perrone detta la ricetta per la sua città del futuro

LeccePrima è in caricamento