Mercoledì, 28 Luglio 2021
Earth Day Italia

Lecce capofila del progetto EPA Environmental Park

La Provincia pugliese è esponente principale dell'iniziativa proposta nell'ambito del programma comunitario Interreg Grecia-Italia 2007-2013

Con la Provincia di Lecce fanno parte del gruppo la Provincia di Bari, la Provincia di Brindisi, Region of Epirus, Region of Western Greece e Region of Ionian Islands.
Il progetto, presentato nei giorni scorsi a palazzo Adorno, si prefigge l'obiettivo di valorizzare e promuovere le aree protette dei territori coinvolti, attraverso l'uso sostenibile delle aree stesse e la destagionalizzazione del turismo.

Il programma Interreg è una iniziativa comunitaria che cofinanzia la cooperazione transfrontaliera e interregionale per lo sviluppo armonico ed equilibrato del territorio europeo.

In particolare, obiettivi specifici del progetto comunitario "EPA" sono: migliorare la fruibilità dei Parchi e delle Aree Protette presenti nei territori dei partner di progetto, attraverso la realizzazione di interventi infrastrutturali e la creazione di percorsi storico-archeologici; promuovere la mobilità sostenibile all'interno e tra le aree protette dei territori partner, attraverso l'acquisto di minibus a metano per il trasporto dai centri urbani alle aree protette e, attraverso l'uso della bicicletta, all'interno delle aree protette stesse.

Il progetto prevede anche l'acquisto di veicoli elettrici alimentati da pannelli solari per la mobilità tra le aree. È prevista anche la realizzazione di un corso di formazione destinato a guide e istruttori subacquei per l'immersione dei non vedenti. Sarà organizzato dall'Area Marina Protetta "Porto Cesareo" e destinato ai diving center situati nelle zone delle Aree Protette (tutte costiere), e verrà replicato dalla Regione delle Isole Ionie. Il budget complessivo del progetto è di euro 2 milioni e 250mila euro e la durata del progetto è di 24 mesi.

Sul sito del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti è ben spiegato che l’Interreg è un’iniziativa Comunitaria finanziata dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR, il più importante strumento di politica regionale utilizzato dall’Unione europea, ndr) per la cooperazione tra regioni dell'Unione europea. A differenza della maggior parte dei programmi europei, in questo caso gli Stati Membri non gestiscono direttamente il Programma, che invece è affidato dalla Commissione europea a una specifica Autorità di Gestione transnazionale che coordina le regioni ricomprese nello spazio di cooperazione, e presenta direttamente alla Commissione un Programma Operativo che definisce la strategia comune di sviluppo per lo spazio e individua gli Assi, ovvero le tematiche, verso cui indirizzerà le risorse a disposizione.

Ulteriore specificità di questa iniziativa è che i progetti dei diversi Programmi sono proposti da un partenariato transnazionale, il quale deve sottoporre la propria idea all’interno di uno degli Assi previsti dal Programma.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lecce capofila del progetto EPA Environmental Park

LeccePrima è in caricamento