Quando finirà tutto questo: "Ci vediamo per un caffè?"

Lo scatto "nostalgico" di una lettrice di LeccePrima. Un caffè come augurio di ritorno alla normalità

Lo scatto di una lettrice.

LECCE - "Il rumore delle tazzine del bar è lontano, ma se chiudo gli occhi riesco a ricordare le voci vicino al bancone. Mi infastidiva quella calca, ma ora quanto darei per tuffarmici dentro. Chiudo gli occhi mentre bevo questo caffè, come se stessi ancora lì, nel solito bar, con i soliti volti e le solite voci. Immersa nel solito odore di caffè, abbracciata dai soliti amici".

Testo e foto di una lettrice, Silvia De Luca.

***

LeccePrima intende regalare questa rubrica ai suoi lettori. Si chiama "La foto del giorno" e scopo dell'iniziativa è pubblicare sul nostro giornale gli scatti che vorrete inviarci con una semplice e-mail all'indirizzo redazione@lecceprima.it

Vi invitiamo pertanto a dare sfogo al vostro estro fotografico e a firmare per LeccePrima la "Foto del giorno". Ma sono gradite anche due righe di commento, se siete d'accordo: dove è stata scattata la fotografia, per esempio, quando e perché. E allora, armatevi di obiettivo, fateci vedere di cosa siete capaci e occhio allo scatto!

P.S.: Nel momento in cui invierete le foto sarà sempre la redazione di LeccePrima a decidere se pubblicarla, oppure no. Inoltre la e-mail che ci invierete varrà come autorizzazione.

In Evidenza

I più letti della settimana

  • Avanza nonostante tutto: l'inesorabilità della natura e i versi di Neruda

  • "Finalmente un'auto nella mia contrada": lascia una scia come traccia di speranza

  • "Torneremo a viaggiare, a perderci fra le luci": da Treviso al Salento

  • Quando finirà tutto questo: "Ci vediamo per un caffè?"

  • "Sentiva come se la primavera non sarebbe passata senza produrre una crisi, un evento..."

  • Le strade ai tempi della quarantena: i centri divengono spettrali

Torna su
LeccePrima è in caricamento