"Sensibilizzare le persone: per quanto tempo ancora potrà brillare di luce intensa?"

Lo scatto di un lettore alle mani di sua figlia, su un mappamondo

Lo scatto di un nostro lettore.

LECCE - "Le mani di mia figlia che abbracciano ed accarezzano simbolicamente la nostra TERRA. Sono quasi impercettibili, ma del resto impercettibile è la nostra attenzione su di lei. Per quanto tempo ancora potrà brillare di luce intensa?". Testo e foto di un lettore, Luca Vetere.

***

LeccePrima intende regalare questa rubrica ai suoi lettori. Si chiama "La foto del giorno" e scopo dell'iniziativa è pubblicare sul nostro giornale gli scatti che vorrete inviarci con una semplice e-mail all'indirizzo redazione@lecceprima.it

Vi invitiamo pertanto a dare sfogo al vostro estro fotografico e a firmare per LeccePrima la "Foto del giorno". Ma sono gradite anche due righe di commento, se siete d'accordo: dove è stata scattata la fotografia, per esempio, quando e perché. E allora, armatevi di obiettivo, fateci vedere di cosa siete capaci e occhio allo scatto!

P.S.: Nel momento in cui invierete le foto sarà sempre la redazione di LeccePrima a decidere se pubblicarla, oppure no. Inoltre la e-mail che ci invierete varrà come autorizzazione.

In Evidenza

I più letti della settimana

  • La luce calda nella Piazza del Municipio: la Città della Ceramica

  • Pescatore salentino: l'arte antica nelle acque dello Ionio

  • Torre Minervino, tra la luce delle campanelle e l'isola greca sullo sfondo

  • Tra le varie tonalità anche il blu "bassa marea"

  • Quando si era in "libera circolazione": Piazza Salandra dall'atmosfera vintage

  • Cambiano le abitudini sociali: la birra in compagnia ai tempi del Coronavirus

Torna su
LeccePrima è in caricamento