Sant'Andrea, accessi chiusi

"Da oggi tutta una serie di accessi al mare a Torre Sant'Andrea sono stati inibiti in nome di un pericolo falesia che è così da centinaia di anni"

"Da oggi tutta una serie di accessi al mare a Torre Sant'Andrea sono stati inibiti in nome di un pericolo falesia che è così da centinaia di anni. I crolli della stessa avvengono sempre in inverno e comunque sarebbe corretto mettere in sicurezza la falesia laddove è necessario e non privare i residenti e turisti della bellezza delle nostre calette". La foto è stata mandata oggi da Carmine Moschettini ed è particolarmente d'attualità.

Risponde Emilio Faivre, direttore di LeccePrima.it:

In questi giorni abbiamo trattato spesso il problema dei crolli e delle cosiddette ordinanze della discordia. E' vero, ci sono molte zone del Salento dove forse si è un po' esagerato con determinate precauzioni, più che altro relativamente alle distanze rispetto alle parti di costone di cui si teme il crollo. Tant'è vero che molte ordinanze dei mesi scorsi sono state riviste di recente dalla capitaneria, dopo ulteriori verifiche con gli esperti del settore (abbiamo scritto diversi servizi in merito). E' vero anche che vi sono alcuni punti del Salento, e Torre Sant'Andrea è purtroppo uno di questi, in cui il pericolo di crollo non è puramente un teorema. Ampie porzioni sono franate più volte negli ultimi anni. Ed è quindi un preciso dovere delle amministrazioni, in primis quella comunale, prevenire tragedie.

In Evidenza

I più letti della settimana

  • Luna piena a Sant’Andrea illumina la "Sfinge del Salento"

  • Pioggia di stelle: la Via Lattea sulla masseria abbandonata

  • "A ogni regina la sua corona": l'alba magnifica sui faraglioni

  • Ad ogni regina la sua corona

  • "Saldi di fine stagione"

  • Magica alba a Torre Sant'Andrea

Torna su
LeccePrima è in caricamento