Sabato, 18 Settembre 2021
Moi te nde ticu quattru Lequile

"Bene agire per solidarietà, ma le forze vanno unite"

Riceviamo e pubblichiamo una lettera aperta a firma degli operatori della "Caritas" di Lequile rivolta all'associazione "Paladini"

Riceviamo e pubblichiamo una lettera a firma degli operatori della "Caritas" di Lequile.

***

"Qualche giorno fa leggiamo che era stata organizzata, a Lequile, la prima edizione de "La notte della solidarietà" con lo scopo di raccogliere fondi a sostegno delle famiglie bisognose della nostra cittadina. Iniziative di questo genere, prese da singoli persone o da associazioni, non possono non trovare consenso tra la popolazione. Volgere lo sguardo verso chi è meno fortunato e vive momenti difficili (e di questi tempi queste situazioni sono notevolmente aumentate) è certamente degno di lode. Per l'associazione socio-culturale "Paladini", che ha indetto la manifestazione, è sicuramente la prima volta. Non si può, però affermare, che Lequile non abbia mai vissuto l'esperienza di "donare un sorriso a chi vive nel buio".

"Come operatori del gruppo Caritas S. Vito e San Basilio di Lequile facciamo presente al signor Nicolini, presidente della su detta associazione, che prima dell'evento da lui proposto, da lunghi anni le Caritas parrocchiali di Lequile lavorano in questa direzione, anche se la discrezione e l'agire senza tanto clamore a fatto si che l'operato passasse, per alcuni, inosservato. Riteniamo, infatti, che uno dei comportamenti peculiari di un cristiano è proprio la carità, intesa non come semplice elemosina, ma come amore incondizionato verso tutti, soprattutto gli "ultimi". A Lequile, già da qualche anno, è attivo anche , presso la chiesa Madonna della Consolazione, un Centro Ascolto".

"Ogni giovedì pomeriggio gli operatori Caritas sono presenti non solo per distribuire generi di prima necessità, ma soprattutto per ascoltare, guidare e aiutare tutti coloro che ne fanno richiesta, indipendentemente dalla razza o dal Credo di appartenenza. La terza domenica di ogni mese, inoltre, è dedicata alla Carità. Pertanto, nelle diverse chiese, gli operatori sono presenti per raccogliere le offerte che liberamente i fedeli devolvono. Non sono mancati neanche fino ad ora mercatini, pesche di beneficenza in occasione della festa patronale e di S. Basilio e Madonna della Consolazione. Il lavoro viene svolto, ovviamente,come volontariato e in modo disinteressato e senza alcun fine. Detto ciò, siamo molto contenti che oltre alla Caritas si muovano altre realtà presenti sul territorio. Sarebbe auspicabile che, in futuro, le varie forze si unissero perché più si è, meglio è, dal momento che la finalità è comune".


Gli operatori Caritas

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Bene agire per solidarietà, ma le forze vanno unite"

LeccePrima è in caricamento