Lunedì, 20 Settembre 2021
Moi te nde ticu quattru

"Ca nisciun è... affisso"

Si inalbera la campagna elettorale sull'accaparramento degli spazi pubblicitari. Ma il presidente del comitato "Lecce ai cittadini" Gabrile Mariano non ci sta. E chiede ai candidati più contenuti

toto

Qui nessuno è affisso. Questo spazio pubblicitario è insomma libero. Un provocazione bella e buona in piena kermesse elettorale, quando plance per ospitare i faccioni della politica locale non se ne trovano nemmeno a pagarle oro, mentre la pubblicità clandestina sui muri della città dilaga. Ora il rimando farcito di sano slang partenopeo "Ca nisciun è affisso?", la dice lunga su una sorta di rivendicazione del cittadino, materia prima per una vittoria politica, il quale non è poi così fesso da non capire quando i contenuti della campagna elettorale hanno ormai raschiato il fondo del barile.

Infatti: "Ma che brutta campagna elettorale" tuona Gabriele Mariano, presidente del comitato popolare indipendente "Lecce ai cittadini". Che a proposito dell'ultima puntata della kermesse sul voto amministrativo di maggio (vedi affissioni) non risparmia nessuno, da destra a sinistra.

"Nuova sterile disputa tra i candidati Perrone e Rotundo sugli spazi pubblicitari (i 6 X 3) con scambi di accuse sulle affissioni abusive e per l'accaparramento selvaggio degli spazi. Cari candidati, scusateci, - afferma - ma chi se ne frega, anzi colgo l'occasione per ricordarvi che siamo in attesa di una vostra presa di posizione sulla nostra proposta di devolvere il 10 per cento di quanto state spendendo per la campagna elettorale al fine di costituire un fondo di solidarietà che il futuro sindaco dovrà poi utilizzare esclusivamente per i servizi sociali.

A noi cittadini interessa conoscere i vostri programmi e poco interessa che Perrone ci faccia sapere quello che ha fatto il sindaco Poli: vogliamo sapere invece quello che di nuovo ha intenzione di fare lui. Un ultimo appello prima di sottoporvi alcune domande sui programmi: richiamate i vostri candidati a non fare una campagna elettorale basata sulla falsa promessa di posti di lavoro, è un appello generico essendo venuti a conoscenza di promesse specifiche che privatamente potremo comunicarvi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ca nisciun è... affisso"

LeccePrima è in caricamento