Moi te nde ticu quattru

Carte e volantini, eppure c'è un'ordinanza comunale

Da via Milizia un esempio di quotidiano degrado urbano. Contro il volantinaggio selvaggio esiste un provvedimento la cui efficacia è messa a dura prova da una marcia indietro ancora poco chiara

13082011454

LECCE - Le segnalazioni sul decoro delle strade cittadine si moltiplicano nel periodo estivo. Questa volta l'allarme viene da via Milizia, nei pressi di piazzetta Ludovico Ariosto, da parte di un residente che lamenta l'esistenza di un "tappeto" perenne di cartacce sui marciapiedi. Il cittadino, oltre che scrivere a Lecceprima, ha inoltrato le foto della sua denuncia alla ditta incaricata della raccolta in zona, al Comune di Lecce e al comando di polizia municipale. La domanda è: chi controlla?

Si tenga presente, tra l'altro, che è in vigore un'ordinanza sindacale contro il volantinaggio selvaggio piuttosto discutibile, perché depotenziata in un punto sostanziale rispetto ad un primo provvedimento che dall'impianto generale sembrava poter essere molto più efficace (https://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=27666). Da un mese all'altro, cioè da aprile a maggio, l'amministrazione comunale ha deciso, e ancora non si è capito bene il perché, di cambiare l'ordinanza. Che, comunque, è in vigore e qualcuno dovrebbe preoccuparsi di farla rispettare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carte e volantini, eppure c'è un'ordinanza comunale

LeccePrima è in caricamento