Mercoledì, 4 Agosto 2021
Moi te nde ticu quattru

E dopo la denuncia, "magia": cassonetti ripuliti

Gabriele Mariano, coordinatore del comitato indipendente dei "Numeri 0- Signor nessuno", ha sporto denuncia alla Procura per un disservizio legato alla nettezza urbana

Prima...

Scatta la denuncia contro ignoti e i cassonetti vengono "magicamente" puliti. Si è conclusa (per ora) così, con la segnalazione alla Procura della Repubblica di Lecce da parte di Gabriele Mariano, coordinatore del comitato indipendente dei "Numeri 0- Signor nessuno", la vicenda dei cassonetti stracolmi di via D'Onofrio, zona periferica della città. Più volte il cittadino leccese aveva manifestato pubblicamente il disagio subito e l'intenzione di sporgere denuncia (https://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=8521); oggi Mariano è passato ai fatti.

Il motivo scatenante dell'esposto è stato il mancato svuotamento dei cassonetti in via D'Onofrio e in via Lecciso dal 31 maggio al 2 giugno, nonostante diverse comunicazioni fatte da Mariano e dalla Polizia municipale, dallo stesso sollecitata. Il 2 giugno Gabriele Mariano riferisce di aver contattato più volte, ma invano, l'Aspica, per sollecitare la pulizia dei cassonetti, il cui fetore, ampliato dal caldo estivo, crea disagio ai residenti. In seguito ha deciso di denunciare l'accaduto chiedendo alla Procura di verificare se vi possano essere gli estremi per i reati d'interruzione di pubblico servizio e di mancato controllo, con il risultato di problemi igienico-sanitari causati alla cittadinanza, sia da parte della ditta che da parte dei responsabili dell'ufficio Ambiente della città di Lecce. L'esito della vicenda è nelle mani della Procura, nel frattempo resta il disagio subito per oltre 5 giorni dai residenti della zona.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E dopo la denuncia, "magia": cassonetti ripuliti

LeccePrima è in caricamento