Mercoledì, 16 Giugno 2021
Moi te nde ticu quattru

Sud-Est, la replica: "Si può migliorare, ma gli stipendi sono sudati"

Una lettrice replica ad alcune precedenti considerazioni: "Non si può eliminare una rete di 474 chilometri con 2mila dipendenti. Si può fare di più, ma l'argomento non può essere trattato in modo superficiale"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

Ci scrive Antonella Cudazzo, da Alezio. Ed è una replica alle considerazioni di un'altra lettrice, Mariagrazia Presicce, sui treni delle Ferrovie Sud-Est. Il dibattito è aperto, insomma.

"Gentile redazione, con immenso dispiacere e disappunto, ho letto un articolo relativo ai trasporti in Puglia ed in particolare nel Salento della Signora Mariagrazia Presicce in cui in maniera molto superficiale tratta un argomento alquanto serio. Indubbiamente la qualità del servizio offerto potrebbe di gran lunga essere migliorato, ma da qui a dire di eliminare una rete ferroviaria di 474 km e con circa 2000 dipendenti è veramente ridicolo".

"Vorrei far notare alla Signora che oltre ai dirigenti di questa società che come lei attesta nell'articolo, percepiscono stipendi favolosi, ci sono persone oneste che lavorano dalle 6 del mattino per garantire un servizio e per garantire sicurezza ed efficienza ai cittadini... e che sicuramente non percepiscono stipendi singolari, ma stipendi dignitosi e sicuramente sudati. Al riguardo basti ricordare la situazione degli "Ex casellanti" o tecnicamente "assuntori " che da anni sono stati abbandonati a se stessi, in quanto lavoravano dalle 5.00 del mattino fino alle 23.00 di sera e nel periodo dei "treni-merce" anche oltre, e sicuramente non con uno stipendio favoloso ma per appena 600 euro al mese".

Oggi grazie a varie battaglie si è potuto dare finalmente pari dignità anche a questa categoria di lavoratori e non solo, grazie ai vari finanziamenti regionali ed europei, si sta cercando di ammodernare l'intera linea ferroviaria introducendo nuove vetture e soprattutto procedendo all'elettrificazione. Sicuramente sono convinta che molto di più si potrebbe fare per migliorare i trasporti, ma sono altrettanto convinta che denigrare il lavoro altrui , non giova a nessuno". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sud-Est, la replica: "Si può migliorare, ma gli stipendi sono sudati"

LeccePrima è in caricamento