Venerdì, 30 Luglio 2021
Moi te nde ticu quattru

"Fuori 45 gradi, nel treno condizionatore rotto..."

Ennesima denuncia dei lettori: i disagi che devono affrontare sono quotidiani. Oggi, con temperature elevatissime, i clienti di Trenitalia si sono trovati dentro veri e propri forni su ruote ferrate

"Anche oggi, come quasi tutti i giorni, sull'Eurostar Roma Termimi - Lecce delle ore 7,38 che arriva a Lecce alle 14,08, non funzionava il condizionatore". La protesta è di Fernando Rosario Torelli, un nostro lettore, come tanti altri pendolare lungo le tratte che dal Salento conducono verso il centro-nord. "La gente è stata costretta a viaggiare da Foggia a Lecce in carrozze che erano diventate dei forni. E le temperature di oggi fra Foggia e Lecce erano attorno ai 43-44 gradi", sottolinea. "Potete immaginare quello che hanno dovuto sopportare i passeggeri chiusi in vagoni sui quali non potevano essere aperti nemmeno i finestrini".

"Bisogna denunciare questo stato di cose - sostiene Torelli -, Trenitalia non può neanche giustificarsi dicendo che è una cosa che può capitare, poiché questo mancato funzionamento dei condizionatori sugli Eurostar che collegano Lecce a Roma è continuo. Bisogna denunciare, bisogna farlo soprattutto per rispetto di quelle persone che sono costrette a viaggiare come se si trovassero su dei carri bestiame. Ho inviato un reclamo sul sito di Trenitalia - conclude amaramente - ma so che li lascerà completamente indifferenti".


Questo denunciato dal signor Torelli è solo l'ennesimo caso. All'inizio di luglio un altro nostro lettore, Andrea Ingusci, aveva segnalato un fatto analogo sull'Intercity notte che da Lecce viaggia verso Milano (https://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=2486). Tutto si può dire, dunque, tranne che Trenitalia applichi "favoritismi": il disagio è identico al Sud, al Centro ed al Nord?

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Fuori 45 gradi, nel treno condizionatore rotto..."

LeccePrima è in caricamento