Lunedì, 20 Settembre 2021
Moi te nde ticu quattru Porto Cesareo

I barbari sono stati al mare. Ecco le loro tracce

Decine le foto che giungono in redazione per denunciare il mancato rispetto per l'ambiente da parte di orde di bagnanti che affollano le spiagge a Sud di Torre Lapillo

E' la solita triste storia che si ripete e sembra che a nulla valgano le denunce da parte di semplici cittadini, e meno male che ci sono. Persone che si indignano di fronte il menefreghismo e l'incuria di personaggi squallidi il cui senso per il rispetto dell'ambiente non fa parte della loro cultura, del loro senso civico, ammesso che l'abbiamo. E che dire se poi sono proprio gli adulti a lasciarsi dietro cumuli di rifiuti sotto gli occhi della prole a seguito?

Ora, se da una parte sono le amministrazioni pubbliche che non riescono a garantire il servizio di raccolta rifiuti nei pressi delle spiagge, dall'altra i barbari continuano a sporcare senza alcun ritegno. Che strano Salento è questo.


Le foto, le ennesime, che ci inviano i nostri lettori parlano più di qualsiasi commento. Siamo a Sud di Torre Lapillo, marina di Porto Cesareo. Ecco quel che resta vicino alle dune dopo una giornata la mare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I barbari sono stati al mare. Ecco le loro tracce

LeccePrima è in caricamento