Giovedì, 29 Luglio 2021
Moi te nde ticu quattru

Il voto di lunedì: penalizzati gli studenti fuori sede

Un universitario salentino fuori sede, che studia a Parma, si chiede quanti studenti fuori sede saranno impossibilitati a partecipare al voto, dato che il 14 aprile è giorno lavorativo

"Sono uno studente universitario salentino ma domiciliato a Parma. Vi scrivo per esprimere tutto il mio disappunto per la modalità con la quale è stata scelta la data delle prossime elezioni. Sono numerosi gli studenti che come me il 13 e 14 aprile saranno impossibilitati o comunque non avranno la voglia di sostenere un proprio diritto e dovere: partecipare alle lezioni. Tutto ciò perchè lunedì 14 aprile viene considerato a tutti gli effetti un giorno lavorativo pertanto le università rimarranno aperte e le lezioni verranno svolte e gli esami dovranno essere sostenuti.

Mi chiedo se sia giusto per uno studente perdere un giorno di lezione (macchè dico, saranno sempre un paio e forse di più) o la possibilità di sostenere un esame per partecipare al voto elettorale. Credo che la data scelta per elezioni sia stata presa senza considerare un particolare: sono migliaia tra studenti e lavoratori coloro che appena una settimana fa sono rientrati nelle proprie case per le vacanze pasquali; mi chiedo quanti di questi siano disposti a sostenere un nuovo "viaggio della speranza" (riferito a chi come me deve sopportare il peso di 10 ore passate in compagnia di Trenitalia) per esprimere una propria ideologia".

Distinti Saluti

Andrea D'Amico

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il voto di lunedì: penalizzati gli studenti fuori sede

LeccePrima è in caricamento