Venerdì, 30 Luglio 2021
Moi te nde ticu quattru

"Italiate": tribunali senza carta. E in tv piovono euro

Lo sfogo un po' amaro di un nostro lettore: tribunali senza carta, auto della polizia ferme per assenza di carburante. Ma in televisione piove denaro a profusione. Dove andrà a finire quest'Italia?

soldi-2

di Rocco Boccadamo

Capita, purtroppo frequentemente, di leggere o sentire che la Polizia di Stato non ha soldi sufficienti per acquistare la benzina o i pezzi di ricambio e, di conseguenza, è costretta a tenere parzialmente ferme ed inutilizzate le autovetture di servizio. Oppure, che i Giudici e le Cancellerie dei Tribunali talvolta non dispongono di carta per le fotocopiatrici e devono procurarsela di tasca propria. Solo due minuscoli ma indicativi esempi delle italiche "miserie" o manchevolezze, al cui cospetto ogni comune e onesto cittadino prova un senso di depressione e sconforto.

Altra e contrastante faccia del palcoscenico nostrano, ecco invece che lunedì 10 settembre, nella trasmissione posto Tg "Cultura Moderna", un concorrente, nel giro di appena una mezz'oretta e con sforzo minimo, riesce a vincere la bellezza di 500.000 euro, quasi un miliardo delle vecchie lire. Con tutto il rispetto per le tasche e per i conti del miracolato partecipante, non si tratta certo d'episodio per cui esaltarsi, ma piuttosto di un sistema infame. Quale cultura moderna, qui siamo di fronte ad una sottocultura tribale.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Italiate": tribunali senza carta. E in tv piovono euro

LeccePrima è in caricamento