Giovedì, 23 Settembre 2021
Moi te nde ticu quattru

"Lavori, appena finiti e già ricominciati. Perché?"

"Mi sembra che molto spesso a Palazzo Carafa il braccio destro non sappia ciò che fa il sinistro e viceversa". Il caso di via Don Minzoni

"Lavori, appena finiti e già ripresi. Ditemi perché"


di Orazio Ippolito

Mi sembra che molto spesso a Palazzo Carafa il braccio destro non sappia ciò che fa il sinistro e viceversa. L'ultimo caso riguardante questo singolare modo di procedere mi si è presentato di recente e riguarda la via Manzoni. In detta via, qualche mese fa, forse anche per ragioni connesse all'edificazione di un grosso complesso, sono state effettuate diverse escavazioni per opere, presumo, riguardanti le varie reti che sono allocate nel sottosuolo. Subito dopo, i marciapiedi sono stati piastrellati e il manto stradale totalmente rifatto. Appena il tempo di godersi una strada degna di tale nome ed ecco nuovamente escavatrici e ruspe, che ad oggi sono tuttora in azione in diversi punti della strada.

Il caro Lubrano sosterrebbe che, a questo punto, la domanda nasce spontanea: non si poteva attendere qualche mese prima di dar corso alla catramatura che, inevitabilmente, dovrà essere rifatta quanto prima? Mi chiedo ancora se un cittadino che paga scrupolosamente e puntualmente tutte le tasse che gli competono abbia o no il diritto di chiedere lumi circa questo modo, a mio giudizio, sconsiderato di procedere, che porta ovviamente ad uno sperpero di denaro pubblico. Se questo diritto esiste, gradirei che i competenti Organi del Comune mi fornissero chiarimenti in merito alla questione da me esposta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Lavori, appena finiti e già ricominciati. Perché?"

LeccePrima è in caricamento