Giovedì, 29 Luglio 2021
Moi te nde ticu quattru

Lavori pubblici e Comuni: si contrasti il nero

"A Campi scoperta ditta con il 50 per cento dei lavoratori irregolari. Occorre che le amministrazioni s'impegnino a contrastare il fenomeno, prendendo accordi con l'Ufficio provinciale del lavoro"

lavoro nero-2

di Gabriele Mariano *

È notizia dei giorni scorsi l'intervento dei carabinieri nel Comune di Campi Salentina per un controllo sui dipendenti di una ditta che espletava un lavoro per conto del Comune, con il risultato che il 50 per cento dei dipendenti della suddetta ditta risultavano in nero.

Non mi meraviglio che ciò possa accadere visti gli impossibili ribassi, che toccano quasi il 30 per cento, sull'importo a base di gara. Due possono essere le cause di tali ribassi: il primo che l'importo a base della gara sia maggiorato, cosa che riteniamo di escludere, o che già si sa che chi si aggiudicherà il lavoro, per rientrare nei costi, dovrà risparmiare sui materiali e soprattutto sul personale.

Invito i candidati sindaco a prendere un impegno solenne con la città, anche perché la tanto invocata trasparenza non resti solo nelle parole. Chiunque sarà il prossimo sindaco imporrà all'assessore ai Lavori pubblici di firmare un accordo con l'Ufficio provinciale del lavoro nel quale il Comune si impegnerà per ogni lavoro pubblico assegnato a fornire al predetto ufficio il nominativo della ditta vincitrice della gara ed i nominativi dei dipendenti della medesima ditta che opereranno sul cantiere, ciò per rendere più facili i controlli che l'ufficio del Lavoro dovrà obbligatoriamente effettuare. Inoltre, chiediamo un impegno a non consentire la cessione dei lavori in subappalto, cosa che eviterà la possibile utilizzazione di lavoratori a nero.


* Presidente associazione "Lecce ai Cittadini"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavori pubblici e Comuni: si contrasti il nero

LeccePrima è in caricamento