Mercoledì, 23 Giugno 2021
Moi te nde ticu quattru Via di Pettorano

Pioggia di materassi, Lecce barocca chiude l’anno col botto

Chi ha avuto la "splendida" idea, dimentica, forse, che per questo genere di rifiuti esiste un numero verde, anzi due, quelli delle rispettive aziende, Axa ed Ecotecnica, che gestiscono la raccolta in città

 

LECCE – Forse qualche residente della zona ha anticipato la notte di Capodanno, la non sempre condivisibile usanza di disfarsi dei vecchi oggetti  con il lancio dalla finestra. E se proprio non sarebbe stato facile far volare materassi dal balcone, ha pensato di sistemare i suoi vecchi giacigli, tanti a dire la verità, vicino ai contenitori per la raccolta dei rifiuti.

Siamo in via Di Pettorano, zona di Lecce abbastanza centrale, se si considera che a qualche centinaio di metri la strada interseca viale De Pietro, a due passi dalla Villa comunale. Eppure lì, questa mattina, qualcuno si è disfatto di 7,8 materassi, come se tutto rientrasse nella normale prassi. Più avanti, stessa scena. Altri cassonetti, altri materassi.     

Chi ha avuto la “splendida” idea, dimentica, forse, che per questo genere di rifiuti esiste un numero verde, anzi due, quelli delle rispettive aziende, Axa ed Ecotecnica, che gestiscono la raccolta in città. I vecchi materassi possono inoltre essere trasportati direttamente presso l’isola ecologica nei pressi dell’ex macello, all’ingresso della superstrada per Brindisi. Ma dimentica, anche, il residente, che per sua negligenza la città, questa parte della città, oggi non fa una bella figura. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pioggia di materassi, Lecce barocca chiude l’anno col botto

LeccePrima è in caricamento