Moi te nde ticu quattru

"Pankiewicz? Usa le stesse parole di Rotundo..."

Scrive un lettore: "E' vero: Perrone è solo contro quattro. E il candidato del Centro moderato usa persino gli stessi termini del collega di centrosinistra. Pensiamo ad esempio a quel 'badante'..."

wojtek-antonio

Riceviamo e pubblichiamo la seguente lettera, firmata da Luigi Aprile.

Egregio Direttore,

assiduo lettore del suo giornale non ho potuto fare a meno di seguire i continui battibecchi pre-elettorali che quotidianamente lei propone alla nostra attenzione. Nella foga della "polemica a tutti i costi" questa volta il candidato sindaco Wojtek Pankiewicz e l'altro Antonio Rotundo, l'hanno fatta grossa. Si son fatto autogol Nell'accusare, infatti, il collega Perrone che, a suo dire, continua a lamentarsi che in questa bagarre elettorale è solo contro quattro, non hanno fatto altro che confermare la tesi dell'attuale vicesindaco.

Certamente Perrone non ha bisogno di difensori d'ufficio, ci riesce molto bene da solo, ma, tuttavia, mi preme evidenziare che la realtà è proprio come Paolo Perrone la dipinge. Nonostante, infatti il buon Wojtek si ostini a dimostrare che ognuno tiri acqua al proprio mulino in questa rissosa campagna elettorale alimentata anche dalle insinuazioni velenose del quartetto ostile al paladino del centrodestra, la verità è venuta a galla ugualmente nel corso dell'ultima intervista rilasciata dal
candidato dell'ex scudo crociato. Pankewicz, in una delle tante bordate indirizzate oggi a Perrone ha anche affermato che se egli ha paura del confronto a 5 si faccia pure accompagnare dalla sua "badante" Adriana Poli Bortone. Usando, udite, udite, lo stesso termine adoperato poche ore prima dal candidato di Cursi Antonio Rotundo che ieri sera durante un dibattito televisivo ha "consigliato" al Perrone la stessa "badante".

Una circostanza questa che dimostra, senza ombra di dubbio, quale sia "l'affiatamento" tra questi candidati avversari di Perrone. Sensazione che si era avuta anche durante il primo dibattito in Tv tra i cinque aspiranti sindaco quando tutti hanno potuto osservare gli ammiccamenti e i sorrisetti, tra di loro, del quartetto anti Perrone. Sembrava quasi un tiro incrociato fatto solo per offendere l'avversario e dimostrando concretamente il nulla. Un'ultima considerazione riguardante Pankiewicz. Egli ha tenuto a precisare che, se si dovesse arrivare al ballottaggio, dirà in piazza con chi stare aspettando evidentemente di vedere la bonaccia da che parte tira e quindi seguirne la scia.

Luigi Aprile

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Pankiewicz? Usa le stesse parole di Rotundo..."

LeccePrima è in caricamento